Incendio Milano, Maran: a sfollati Antonini case per 3 o 4 anni

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 set. (askanews) - Mentre la Procura di Milano procede con le indagini sull'incendio che il 29 agosto ha devastato la torre di 18 piani di via Antonini, il Comune sta "aiutando le famiglie che hanno perso tutto e da oggi le stiamo ricevendo a piccoli gruppi per vedere come aiutarli a trovare una sistemazione per i prossimi anni". Lo ha detto l'assessore all'Urbanistica del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran, a margine della presentazione del progetto per la Milano Santa Giulia Arena. "Oggi stanno in hotel, prevediamo che la torre necessiti di anni, per cui probabilmente avranno bisogno di una casa per tre o quattro anni e la soluzione non deve essere la prima che capita" ha proseguito.

"È importante avere risposte dalla Procura, i rilievi tecnici aiuteranno a capire esattamente qual è il problema. È un edificio recente, ma per essere un edificio alto non così recente, è stato inaugurato del 2011, ed è inaccettabile che sia successo una cosa del genere ad un palazzo di 10 anni. È stato progettato nel 2006, nel mentre è sorto Citylife ed è iniziata tutta la stagione degli edifici alti per cui sono stati fissati parametri più elevati. Credo che le rilevazioni tecniche della Procura aiuteranno a capire se le norme attuali siano sufficienti e se servono attenzioni particolari per gli edifici precedenti" ha aggiunto l'assessore.

"Mi colpisce che a livello nazionale ci sono linee guida dei vigili del fuoco che forse sarebbe il caso di rendere del territorio. Credo sia bene fare un'analisi per vedere se dalla situazione emergono insegnamenti utili per il futuro o se le norme, che comunque sono già cambiate tanto in questi dieci anni, o sono già sufficienti per prevenire il ripetersi di un fatto come quello" ha concluso Maran.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli