Incendio nei pressi dell'acciaieria Azovstal: "I russi usano anche i carri armati"

Acciaieria Azovstal
Acciaieria Azovstal

Non si ferma l’assedio nei pressi dell’acciaieria Azovstal, a Mariupol. Un consigliere del sindaco ha dichiarato che i russi stanno facendo di tutto pur di prendere definitivamente il controllo della zona.

Guerra in Ucraina, incendio ad Azovstal: i russi provano ad entrare con i carri armati

L’agenzia di stampa Ukrinform ha riportato le parole di Petro Andryushchenko, consigliere del sindaco di Mariupol. Andryushchenko, su Telegram, ha scritto che i russi stanno cercando di sfondare “non solo con aerei e artiglieria, ma anche con i carri armati“. La stessa fonte ha anche fatto sapere che è scoppiato un incendio nella zona dei combattimenti.

Nell’acciaieria ci sarebbero anche civili

L’acciaieria Azovstal è uno dei principali luoghi in cui sono avvenuti gli scontri più feroci della guerra in Ucraina. A difendere la struttura vi è il Battaglione Azov che ha già detto di non volersi arrendere. Come aveva riferito Denis ‘Radis’ Prokopenko, comandante del Battaglione, all’interno dell’acciaieria presa di mira dalle truppe russe, oltre ai militari vi erano anche un migliaio di civili. Molti di questi non erano ancora stati evacuati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli