Incendio nel ravennate, Arpae: esclusi effetti acuti sulla salute -2-

Cro/Mpd

Roma, 13 ago. (askanews) - I campionamenti, iniziati il 9 agosto (nella giornata di inizio dell'incendio) e continuati nei giorni 10, 11 e 12 agosto, sono tutt'ora in corso e proseguiranno nei giorni successivi. Per monitorare l'aria ambiente e valutare l'impatto dell'incendio sulle zone abitate, sulla base di informazioni fornite al momento dell'emergenza dalla sala operativa del servizio meteorologico (SIMC) di Arpae, sono stati posizionati due campionatori ad alto volume in grado di raccogliere il particolato aerodisperso PM10. In particolare, i due campionatori sono posizionati: a Faenza presso la Scuola Primaria "Don Milani" via Silvio Corbari 92; a Forlì in via Carpegna n. 4. Sul particolato raccolto sono in corso una serie di accertamenti per rilevare e quantificare diossine/furani, idrocarburi policiclici aromatici e metalli presenti nell'aria. I primi risultati analitici sono riferiti alla postazione di Faenza (campionatore nella foto a destra), mentre ulteriori analisi sono in fase di esecuzione. I risultati, che consentono di seguire il quadro della situazione in regressione (in quanto l'incendio è attualmente sotto controllo dei vigili del fuoco), verranno aggiornati ed integrati, man mano che le analisi di laboratorio saranno completate.