Incendio su treno nel Punjab: 65 i morti

webinfo@adnkronos.com

E' salito ad almeno 65 morti e 14 feriti l'incendio che ha distrutto completamente due vagoni di un treno, un Tezgam Express, in viaggio da Karachi a Rawalpindi, nella provincia del Punjab nel Pakistan nordorientale. Lo rende noto l'agente della polizia distrettuale di Rahim Yar Khan, Ameer Taimoor. A generare l'incendio è stata l'esplosione di una bombola a gas su un vagone. Si teme che il bilancio delle vittime possa ulteriormente aggravarsi, in quanto i soccorritori stanno continuando a estrarre cadaveri dalle macerie, come ha detto alla Xinhua Baqir Hussain, funzionario del servizio statale di emergenza 'Rescue 1122'.Tre gli ospedali di Rahim Yar Khan e di Bahawalpur che sono stati messi in stato di emergenza e che stanno ricevendo i feriti, ha spiegato. Ai soccorsi sta partecipando anche l'esercito, oltre a squadre di medici e paramedici, mentre un elicottero dell'aviazione è sul luogo dell'incidente per evacuare i feriti più gravi. In ognuno dei due vagoni incendiati viaggiavano circa 76 persone. 

Secondo i media locali, a trasportare la bombola a gas erano i membri del gruppo islamico Tablighi Jamaat, che l'avevano messa in azione per cucinare. Dopo l'esplosione, le fiamme si sono propagate rapidamente bruciando completamente due vagoni.  

"Sono esplose due stufe. Stavano cucinando, scaldavano olio che ha aggiunto combustibile al fuoco", ha detto all'emittente Geo news il ministro delle Ferrovie, Rashid Ahmed. "La maggior parte delle morti è dovuta a persone che sono saltate giù dal treno" per evitare le fiamme, ha aggiunto. Baqir Husain, responsbaile del servizio di soccorso distrettuale, ha dichiarato che il bilancio delle vittime potrebbe aumentare e che 15 persone sono state ferite.