Incendio sul treno tra Cremona e Treviglio: paura tra i passeggeri

incendio treno cremona treviglio

Paura sul treno partito da Cremona e bloccato poco prima di Treviglio per un principio di incendio. Sono stati allertati i Vigili del Fuoco e il personale di Trenord. Alcuni passeggeri hanno parlato di “cabina in fiamme”, ma l’ufficio stampa di Trenord ha precisato che si è trattato solo di fumo che si è diffuso in una zona non accessibile ai viaggiatori.

Incendio sul treno Cremona-Treviglio

L’episodio è stato segnalato, tramite Twitter e Facebook, da alcuni passeggeri che riferiscono di essere bloccati all’interno del convoglio. Tra le segnalazioni, si cita anche quella di Matteo Piloni, ex consigliere regionale ed ex assessore a Crema. I pendolari coinvolti informano che non ci sono feriti, ma tanta è la paura a bordo.

Pochi giorni prima un altro convoglio di Trenord è stato teatro di forti disagi per i passeggeri, questa volta non a causa delle fiamme ma – al contrario – dell’acqua. È accaduto il 15 novembre, quando una carrozza si è allagata a causa delle forti piogge che si sono riversate sul capoluogo lombardo. Il treno coinvolto è il 23011 della linea S5 Varese-Milano, partito alle ore 6.13 e arrivato a destinazione alle 8.21. L’ufficio stampa di Trenord ha attribuito l’incidente a un “finestrino lasciato aperto”.

Per protestare contro i ripetuti disagi (compresi ritardi e soppressioni), i pendolari hanno annunciato uno sciopero per marzo 2020. Per l’intero mese, i passeggeri che aderiranno alla protesta intendono rifiutarsi di acquistare i biglietti e di rinnovare gli abbonamenti.