Incendio in un laboratorio russo: qui è custodito il virus del vaiolo

incendio russia virus

In Russia un incendio ha causato un ferito e non poche preoccupazioni. A causare l’incidente una probabile perdita di gas che ha fatto esplodere una parte del centro di ricerche. A preoccupare gli abitanti della zona è la possibilità di una fuga biologica: qui vengono infatti custoditi virus letali come quelli di vaiolo, peste ed ebola.

Incendio in Russia, possibile fuga di virus

Un’esplosione di gas ha causato un incendio all’interno del Centro di Ricerca Statale di Virologia e Biotecnologia della Russia. Il centro noto anche come Vector, si trova nella cittadina di Koltsovo, situata nella regione di Novosibirsk in Siberia. Qui il laboratorio russo ospita una serie di virus potenzialmente pericolosi come quello del vaiolo, della peste e dell’ebola. Preoccupazione, quella dei cittadini dei paesi limitrofi, non ingiustificata dato che i virus in questione hanno causato durante la storia dell’umanità milioni di morti. Le autorità però assicurano la più totale sicurezza: non ci sarebbero state fughe durante l’esplosione. Non ci sarebbe stato alcun rilascio di sostanze pericolose all’esterno della struttura anche se la preoccupazione continua a dilagare oltre i confini russi. A causare l’incendio sarebbe stata un’esplosione di gas che ha coinvolto anche un operaio, ferito gravemente alle gambe e ora ricoverato in terapia intensiva. L’agenzia di Stampa Russa TASS scrive a riguardo: ” Il paziente è ricoverato ed in terapia intensiva. Il sindaco ha sottolineato che l’incidente non rappresenta alcuna minaccia biologica o di altra natura per la popolazione perché l’incendio si è sviluppato nella sala di ispezione sanitaria dove non c’erano sostanze a rischio biologico”.