Incendio a New York: ragazzi salvano metanfetamina e non la nonna

incendio new york

In un incendio scoppiato a New York, due fratelli di 21 e 33 anni hanno cercato di salvare le cose a loro più care. Una volta viste le fiamme che invadevano l’abitazione, infatti, Justin e Jarrett Gause avrebbero raccolto tutta la loro attrezzatura per produrre metanfetamina, abbandonando invece la loro nonna al suo destino. Così è morta Gladys Willow, un’anziana di 82 anni rimasta intrappolata tra le fiamme. Inoltre, secondo quanto ha riferito il procuratore, i due fratelli una volta in salvo si sarebbero recati ad acquistare le sigarette come se nulla fosse accaduto. Il maggiore, Jarrett è stato arrestato; Justin invece è uscito dal carcere su cauzione.

Incendio a New York

La stampa locale li ha soprannominati i “fratelli di Breaking Bad”. Justin e Jarrett Gause hanno preferito salvare l’attrezzatura per cucinare metanfetamina anziché la vita della loro nonna. Nell’incendio divampato a New York, infatti, i due giovani di 21 e 33 anni hanno dato priorità agli oggetti più cari senza curarsi dell’anziana di 82 anni intrappolata tra le fiamme. Così è deceduta Gladys Willow, mentre i suoi nipoti acquistavano sigarette nell’indifferenza. Il procuratore, inoltre, ha chiarito che i due fratelli non avrebbero nemmeno denunciato quanto accaduto alle autorità: ora sono accusati di omicidio colposo. Mentre però Justin è uscito dal carcere su cauzione, il 35enne Jarrett è stato arrestato. Le accuse che gravano sui due riguardano i reati di manomissione di prove , falsificazione di documenti aziendali e aggressione di secondo grado.