Incentivare la vaccinazione attraverso gli sconti

·2 minuto per la lettura
Green pass sconti ristorante
Green pass sconti ristorante

Anche in Italia, così come sta già avvenendo in altri paesi che mirano ad ampliare la campagna di vaccinazione contro il covid-19, il Green pass potrebbe presto diventare uno strumento che oltre a permettere l’accesso nei luoghi previsti dalla normativa nazionale, potrà consentire ai possessori di godere di alcuni benefit, come sconti o gadget. I casi nel mondo da tenere ad esempio ci sono ed hanno tutti lo stesso obiettivo: cercare di incentivare la vaccinazione. Ecco dunque che con il green pass potrebbero presto arrivare sconti al ristornate o ingressi gratuiti o ridotti al museo, piuttosto che prezzi vantaggiosi per l’acquisto di abbigliamento o oggettistica.

Green pass, ipotesi sconti al ristorante

Negli Stati Uniti, ad esempio, per incentivare le persone a sottoporsi alla somministrazione sono state create delle lotterie milionarie rivolte solo a chi ha ricevuto almeno una dose dei sieri autorizzati. Anche Virginia, sempre negli States, i premi della lotteria riguardano fucili da caccia e pick up, mentre in Thailandia la riffa pro vax ha come premio una mucca.

Green pass e sconti al museo e al ristorante

Un sistema di incentivi in piena regola che trova spesso l’appoggio del mondo dello sport. L’As Roma ha ad esempio di recente permesso l’accesso gratuito allo stadio Olimpico per la prima amichevole dell’era Mourinho a tutti i ragazzi sotto i 18 anni che si sono sottoposti all’immunizzazione nell’hub dedicato le Vele. E ancora, il Palermo regalerà un biglietto per la partita di Serie C con il Piceno a tutti coloro che si vaccineranno il 18 e il 19 agosto nella postazioni adibite nel piazzale dello stadio.

Sconti con il Green pass al ristorante e nei negozi

Oltre ai privati, anche le amministrazioni locali provano a dar vita ad iniziative che strizzano l’occhio ai possessori di Green pass. È il caso ad esempio della Asl di Rieti che in collaborazione con la Confcommercio Lazio Nord ha previsto una lunga lista di attività nelle quali esponendo il Qr Code si potrà ottenere una scontistica. Marinella D’Innocenzo, Direttrice Generale della Asl di Rieti, si è così espressa sul tema: “Si tratta di un’iniziativa che offre uno strumento in più per ripartire in sicurezza grazie ai tanti che in questi mesi di emergenza sanitaria hanno contribuito a non far fermare il Paese nei settori essenziali: dai lavoratori del commercio a quelli del settore alimentare, della ristorazione e dei servizi alla persona”. Sulla scia di quanto fatto a Rieti anche la Regione Lazio si starebbe muovendo per replicare l’iniziativa in tutto il territorio di sua competenza amministrativa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli