Incentivi auto, il decreto agosto favorirà le auto ibride

redazione@motor1.com (Massimo Grassi)
·2 minuto per la lettura
Toyota Yaris 2020
Toyota Yaris 2020

Nella bozza si parla di 500 milioni di stanziamento, con la fascia 61-110 g/km suddivisa per premiare le auto ibride

Sembra ormai confermata la cifra di 500 milioni di euro destinati a favore degli incentivi auto e contenuta nel cosiddetto decreto agosto. Un decreto che non solo, come richiesto da tutto il mondo automotive, sosterrà le vendite di auto ma che, a sorpresa, modificherà le fasce di emissioni per le auto meritevoli di incentivi.

Secondo una prima bozza circolante in rete infatti il gruppo di auto con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 110 g/km verrà suddiviso in 2: da 61 a 90 g/km e da 91 a 110 g/km. Tutto è ancora da confermare e il decreto potrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro la fine del weekend.

Più soldi per le ibride

Una nuova suddivisione che, di fatto, tende a premiare maggiormente le auto full hybrid, le cui emissioni rientrano nel range 61 – 90 g/km e che verranno quindi favorite rispetto alle auto col solo motore endotermico. In questo caso l’importo dell’incentivo statale passerà da 750 a 1.000 euro senza dover rottamare una vecchia auto e da 1.500 a 1.750 con rottamazione. Un incremento che non inciderà però sul bonus riservato all’altra fascia, quella compresa tra 91 e 110 g/km.

In quel caso infatti gli incentivi statali riconosciuti agli acquirenti saranno ancora di 750 euro senza rottamazione e 1.500 con.

Nuovi incentivi per le auto con emissioni 61-90 g/km

Senza rottamazione Con rottamazione Sconto venditore obbligatorio 1.000 euro 2.000 euro Incentivo 1.000 euro 1.750 euro Risparmio totale 2.000 euro 3.750 euro

Come sfruttare al meglio gli incenviti auto