Inchiesta zone rosse, acquisito materiale Brusaferro (Iss)

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità e componente del Comitato tecnico-scientifico (Cts), è tra le persone coinvolte dall'acquisizione di documenti informatici (mail, chat) disposta dalla Procura di Bergamo ed eseguita oggi dalla Guardia di Finanza di Bergamo, secondo quanto si apprende da una fonte.

Brusaferro non è indagato: l'inchiesta dei magistrati di Bergamo riguarda il caso delle mancate zone rosse, con particolare riferimento alla gestione dell'ospedale di Alzano Lombardo.

"Nell'ambito delle indagini su Alzano Lombardo la procura di Bergamo ha acquisito materiale informativo nella disponibilità del presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, quale persona informata dei fatti, nella sede dell'Istituto" a Roma, rende noto l'Iss in una nota.