Incidente a Berzo Inferiore, marito e moglie morti nello schianto

incidente a Berzo Inferiore

Incidente a Berzo Inferiore: il 55enne Mario Cere e la moglie Manuela Saviori, di 54 anni, viaggiavano in sella alla loro moto, quando il violento impatto con un’auto ha fatto sobbalzare in aria la donna, scagliandola contro il guardrail e facendola precipitare per oltre 10 metri. La moto è stata immediatamente avvolta dalle fiamme, rotolando lungo la carreggiata. Anche per Cere non c’è stato nulla da fare.

Incidente a Berzo Inferiore, la dinamica

La coppia, originaria di Berzo Inferiore (in Val Camonica), si è scontrata con un’auto lungo la statale 42 a Berzo Demo. L’incidente si è verificato sul cavalcavia, all’altezza dell’imbocco del lungo tunnel Giovanni Paolo II, nel tratto di superstrada che scavalca il fiume Oglio e la vecchia statale. Così informa “Montagne e Paesi.com”.

Risultano ancora in corso le dovute indagini per far luce sull’esatta dinamica dell’accaduto. Ancora da ricostruire gli attimi che hanno portato al violento impatto tra l’auto e la moto su cui viaggiavano i coniugi. Le indagini vengono eseguite dai Carabinieri della compagnia di Breno, coordinati dal Nucleo operativo Radiomobile, immediatamente intervenuti per i rilievi del caso. Sul posto sopraggiunti anche i vigili del fuoco di Darfo, Edolo e Breno. Con loro le ambulanze dell’Ospedale di Edolo e dell’Arnica di Berzo Demo. Arrivata anche un’automedica da Esine e l’elicottero del 118 da Brescia atterrato sulla superstrada. Il medico a bordo non ha potuto far altro che constare la morte della coppia di Berzo Inferiore.

Stando a quanto emerso da una prima ricostruzione del tragico episodio, la Honda R1 condotta da Mario Cere si dirigeva verso sud quando ha impattato violentemente contro una Fiat Panda che viaggiava in direzione opposta. La moto ha subito preso fuoco. La moglie del motociclista è precipitata dal ponte dopo essere stata scaraventata contro il guardrail. La 54enne ha fatto un volo di circa 10 metri, finendo accanto al parcheggio della ditta Baccanelli veicoli industriali. Queste le altre informazioni rese note da “Montagne e Paesi.com”.

La donna è morta sul colpo. Stessa drammatica sorte per il marito. Nell’incidente stradale è rimasto ferito in modo lieve il conducente della Fiat Panda. Al suo fianco nell’auto c’era la moglie. Entrambi pare abbiano riportato leggere contusioni. Per i due ricovero in codice giallo presso l’ospedale di Edolo e a quello di Esine. Subito dopo l’incidente, i Carabinieri hanno chiuso la Superstrada per consentire l’intervento dei soccorsi, il recupero delle salme, la rimozione dei mezzi. Immediatamente eseguiti i rilievi per accertare la dinamica del sinistro. Le salme sono state ricomposte nella camera mortuaria dell’Ospedale di Esine.