Incidente con il paracadute a Lavello, morto sul colpo 45enne di Bari

lancio-paracadute

Tragedia nei cieli della Basilicata nella giornata del 4 agosto. Un uomo di 45 anni è morto in un incidente durante un lancio con il paracadute a Lavello, in provincia di Potenza. Francesco Carone, residente a Bari, è infatti precipitato da 1.5oo metri di altezza a causa della mancata apertura del suo paracadute con il quale si era appena lanciato. L’uomo è morto sul colpo ed i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Nel frattempo i Carabinieri hanno già avviato un’indagine per chiarire le dinamiche dell’incidente.

Incidente con il paracadute a Lavello

Francesco Carone si trovava assieme ad un gruppo di amici con i quali si era imbarcato in mattinata su un piccolo aereo da turismo. Dopo il decollo avvenuto dalla pista di Lavello, il gruppo si è apprestato a lanciarsi una volta raggiunti i 1.500 metri di altitudine. Una volta lanciatisi però, il paracadute di Carone non si è aperto come avrebbe dovuto, lasciando l’uomo senza via di scampo. Il dispositivo indossato dal 45enne era di quelli cosiddetti “vincolati all’aereo”, in modo da consentire l’apertura pochi secondi dopo il lancio, con struttura ad ala cioè manovrabili con degli appositi tiranti.

Al momento i Carabinieri stanno interrogando gli altri passeggeri del volo per poter ricostruire la dinamica dell’incidente. Al momento in paracadute indossato da Carone è stato sequestrato dalle Forze dell’Ordine per poter capire quale malfunzionamento possa avere causato la non apertura del dispositivo.

Il caso simile a Reggio Emilia

L’incidente di Lavello ricorda, pur con conseguenze differenti, l’episodio avvenuto lo scorso giugno a Reggio Emilia. In quel caso una ragazza di 28 anni precipitò dopo che le corde del suo paracadute si intrecciarono impedendogli di aprirsi completamente. Malgrado la difficoltà la giovane è riuscita a sopravvivere alla caduta, dato che la poca superficie dispiegatasi del paracadute le ha comunque consentito di effettuare un atterraggio non troppo violento.