Incidente domestico a Milano: bambina ingerisce acido in polvere

bambina-acido

Attimi di paura a Mediglia, in provincia di Milano, dove nella serata di mercoledì 22 maggio una bambina di due anni ha rischiato la vita ingerendo dell’acido in polvere. Come riportato da MilanoToday la piccola, approfittando di un momento di distrazione della madre, ha afferrato una confezione di idraulico liquido iniziando a mangiarne il contenuto, probabilmente credendo fosse un alimento.

La corsa in ospedale

Accortasi di quello che stava accadendo, la madre ha subito chiamato gli uomini del 112, che hanno trasportato la piccola in codice rosso alla Clinica De Marchi, a Milano. Malgrado le condizioni della bimba siano gravi, attualmente sarebbe fuori pericolo. Ora resta solo da attendere una lunga convalescenza sperando possa rimettersi al meglio.

Oltre ai paramedici sono accorsi sul posto anche i Carabinieri per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Dopo aver ascoltato la madre, sono giunti però a conclusione che si è semplicemente trattato di un tragico incidente domestico non imputabile ad una negligenza familiare.

I casi analoghi

Come accaduto più volte in passato, spesso basta una minima distrazione per portare a conseguenze drammatiche, specie quando si hanno dei bambini molto piccoli in casa. Già lo scorso anno a Tignale, in provincia di Brescia, un bambino anch’esso di due anni venne infatti ricoverato in ospedale per aver bevuto una bottiglietta di acido muriatico. Anche in quel caso, grazie al pronto intervento dei medici, il piccolo rimediò solo una serie di ustioni dovute al contatto con l’acido, senza però risultare in pericolo di vita.