Incidente mortale nella Capitale

·2 minuto per la lettura
Incidente
Incidente

Incidente mortale tra una moto e un furgone a Roma, durante un sorpasso su via Cassia Nuova. Un uomo di 36 anni è morto. Per il centauro non c’è stato nulla da fare. L’incidente è avvenuto nella zona di Tomba di Nerone.

Incidente a Roma: scontro tra moto e furgone

Un uomo di 36 anni a bordo di una moto Yamaha è morto dopo un violento scontro con un autocarro Fiat Doblò in zona Tomba di Nerone. L’incidente è avvenuto verso le 19.30. Purtroppo per il centauro non c’è stato nulla da fare, nonostante l’intervento tempestivo del 118. L’uomo di 36 anni è deceduto a causa delle gravi ferite riportate nello schianto. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale, XV Gruppo Cassia. Sono stati impegnati per diverse ore per effettuare i rilievi del caso e per ricostruire la dinamica di quanto accaduto.

Incidente a Roma: la ricostruzione

Secondo la prima ricostruzione, a causare l’incidente sarebbe stato un sorpasso azzardato. Il conducente del Fiat Doblò è rimasto ferito. Si tratta di un uomo di 52 anni, che è stato trasportato in ospedale in codice rosso. All’ospedale Sant’Andrea, dove è stato ricoverato, è stato sottoposto alle cure del caso e agli esami alcolemici e tossicologici. I residenti della zona sono scioccati da quanto accaduto, soprattutto per la morte del ragazzo di 36 anni. Alcuni di loro sono passati poco dopo sul luogo dell’incidente e hanno visto la moto ancora distrutta sull’asfalto, con la carreggiata piena di detriti.

Incidente a Roma: le testimonianze

Alcuni testimoni hanno riferito che il corpo del centauro di 36 anni è stato sbalzato dalla moto, finendo a lato della strada. Il motociclista aveva il casco, ma purtroppo non è bastato per evitare la sua morte. In tanti hanno segnalato diverse volte la pericolosità di quella strada, che negli anni è stata lo sfondo di numerosi incidenti, alcuni dei quali mortali. Il problema è il manto stradale dissestato, con radici e dossi che invadono la carreggiata. Sono molto pericolosi per le moto. Segnalata anche l’eccessiva velocità di alcuni automobilisti e diversi punti ciechi che non permettono una buona visibilità. Questo è solo uno dei tanti incidenti mortali che sono avvenuti in quel punto di strada.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli