Incidente nel lago d’Iseo: sub di 49 anni muore durante un’immersione

incidente-lago-d-iseo

Tragico incidente a Parzanica, in provincia di Bergamo, dove un sub di 49 anni è morto durante un’immersione nel lago d’Iseo nella mattinata di domenica 5 gennaio. L’uomo, Massimiliano Ruggeri residente a Treviolo, si era immerso assieme ad altre due persone intorno alle 9 del mattino, quando a causa di un inconveniente ancora in corso di accertamento tutti e tre sono stati costretti a riemergere dalle acque. Mentre i primi due sub sono riusciti a risalire in superficie Ruggeri è rimasto bloccato a 80 metri di profondità, venendo recuperato privo di vita solo in tarda serata.

Incidente nel lago d’Iseo

Sul luogo dell’incidente sono immediatamente giunti i Vigili del Fuoco di Lovere e Bergamo, oltre all’elisoccorso per uno dei due sub riemersi (che è stato ricoverato in camera iperbarica presso la clinica Habilita di Zingonia) e ai sommozzatori da Milano che hanno provveduto alle operazioni di recupero del 49enne, ritrovato soltanto intorno alle ore 19 ad 87 metri di profondità. Sul posto sono giunti anche i volontari del comune di Monteisola e gli uomini dei Carabinieri, che al momento hanno aperto un fascicolo d’inchiesta sul caso.

Per il recupero dell’uomo si è reso necessario l’utilizzo di un apposito robot messo in dotazione dai Vigili del Fuoco di Trento, che è stato adoperato per scandagliare le acque profonde del lago alla ricerca del corpo, riportato in superficie quando ormai si erano fatte le otto di sera. Massimiliano Ruggeri era sposato e padre di un figlio.