Incidente Roma, Paolo Genovese ai genitori: “Voglio incontrarvi”

lettera paolo genovese_censored

A circa 10 giorni dall’incidente avvenuto in Corso Francia a Roma, Paolo Genovese ha scritto una lettera ai genitori di Gaia e Camilla. La data riportata sulla busta è il 30 dicembre. Il padre di Pietro aveva tentato di incontrare i genitori delle due 16enni investite e uccise da suo figlio, poi arrestato. Tuttavia, il riscontro dei legali delle famiglie Von Freymann e Romagnoli è sempre stato negativo. “Emotivamente non era il momento adatto, una lettera sarebbe stata la benvenuta” avevano chiarito. E così il regista ha scritto ai genitori.

LEGGI ANCHE: I funerali di Gaia e Camilla

Incidente Roma, lettera Paolo Genovese

Il regista Paolo Genovese, dopo essersi confrontato con il suo legale, l’avvocato Gianluca Tognozzi, aveva chiesto di incontrare le famiglia di Gaia e Camilla. Tuttavia, i legali di Von Freymann e Romagnoli (rispettivamente Giovanni Maria Giaquinto, poi sostituita dall’ex ministra Giulia Bongiorno e Cesare Piraino) hanno dato esito negativo alla richiesta spiegando che al momento l’incontro è “inopportuno”. Gli avvocati, però, hanno anche spiegato che una richiesta scritta sarebbe stata invece “benvenuta”. Perciò Paolo Genovese ha scritto una lettera alle famiglie delle due 16enne investite a Ponte Milvio.

LEGGI ANCHE: “Gaia e Camilla sono morte sul colpo”

Il prossimo 2 gennaio, inoltre, si terrà l’interrogatorio di Pietro Genovese, il 21enne alla guida dell’auto che ha travolto le due giovanissime. Al momento il ragazzo si trova agli arresti domiciliari con le accuse di omicidio stradale plurimo. Non si esclude in futuro un incontro tra il regista e le famiglie delle ragazze. Infine, non esiste ancora una versione coerente nelle indagini: qualcuno ritiene che Gaia e Camilla abbiano attraversato con il rosso, altri invece fanno riferimento al maltempo.

LEGGI ANCHE: Gaia e il papà paralizzato dopo un incidente

GUARDA ANCHE - Ragazze investite, “passate con il verde”