Incidente stradale sull’A16, schianto tra tir e automobile: un ferito

incidente-stradale-a16-napoli

Paura sull’autostrada A16 Napoli-Canosa, dove nella mattinata del 4 novembre un incidente stradale ha visto coinvolti un tir ed un’automobile all’altezza del chilometro 51. Nello schianto è rimasta ferita una persona, che al momento non risulterebbe in gravi condizioni di salute. A causa dell’incidente il tratto autostradale in questione è rimasto chiuso al traffico per lungo tempo, con conseguente formazione di incolonnamenti e code che hanno raggiunto i quattro chilometri di lunghezza.

Incidente stradale sull’A16, un ferito

Stando alle poche informazioni trapelate, l’incidente sarebbe avvenuto nel tratto di strada compreso tra le uscite di Benevento e Avellino Est, in direzione Napoli. Attualmente non sono ancora state rese note le condizioni della persona rimasta ferita nello schianto, anche se non dovrebbero essere gravi.

Al fine di consentire le operazioni di soccorso e di sgombero della carreggiata stradale dai detriti, la zona è stata chiusa al traffico per diverso tempo. Operazioni che hanno provocato lunghe code ed incolonnamenti fino a quattro chilometri. La situazione è andata tuttavia progressivamente migliorando nel corso delle ore successive.

Situazione simile sulla Circumvesuviana

Sempre nella giornata del 4 novembre, un analogo incidente stradale ha visto protagonista un autobus di linea che è andato in testacoda mentre percorreva il cosiddetto Asse Mediano, la strada a scorrimento veloce che collega Napoli con i comuni della provincia fino al confine con il casertano. L’autobus ha perso aderenza con l’asfalto, probabilmente a causa del fondo stradale reso sdrucciolevole dalle piogge avvenute durante la notte.

Fortunatamente in questo caso non c’è stato alcun ferito, ma nello sbandamento il mezzo è finito con l’ingombrare la carreggiata in senso trasversale, ostacolando così il traffico. Anche qui ci sono volute alcune ore prima di rimuovere l’autobus dalla strada, con successiva formazione di code per diversi chilometri all’altezza dei comuni di Giugliano, Qualiano e Villaricca.