Incidente stradale a Venezia, 69enne muore travolta ad un incrocio

incidente-stradale-venezia

Tragico incidente stradale a Santa Maria di Sala, in provincia di Venezia, dove nella frazione di Caltana una donna di 69 anni ha perso la vita travolta ad un incrocio nel pomeriggio di sabato 12 ottobre. La donna, Lucia Tornabruni, si stava recando nel vicino cimitero per portare i fiori sulla tomba della madre da poco scomparsa, quando un terribile schianto ha coinvolto la sua automobile uscita da una precedenza ed un altro veicolo che sopraggiungeva sulla strada principale.

Incidente stradale a Venezia

Stando alla ricostruzione effettuata dalle Forze dell’Ordine, la Tornabruni stava provenendo da via Pianiga quando al volante della sua Fiat Panda ha svoltato sulla provinciale per Caltana. La donna non si era però accorta di un’altra automobile guidata da un 44enne di Campodarsego che stava provenendo a forte velocità e che non ha potuto evitare lo scontro.

Nello schianto, le due automobili sono finite in un fossato al lato della strada, ma mentre il 44enne se l’è cavata con ferite lievi per la donna non c’è stato purtroppo nulla da fare. Lucia Tornabruni è infatti morta sul colpo, dopo che la sua automobile è stata centrata proprio all’altezza del posto di guida. I Vigili del Fuoco hanno subito provveduto ad estrarre il corpo della donna dalle lamiere del veicolo, ma una volta giunta nelle mani dei soccorritori questi non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Le parole del sindaco

Sul posto sono in seguito arrivato anche i figli della donna: Serena e Stefano, oltre al fratello Tiziano che è presidente della sezione locale della Protezione Civile. Sul luogo dell’incidente anche il sindaco del paese Nicola Fragomeni, che ha criticato le condizioni di sicurezza della strada provinciale: “Sono anni che aspettiamo che venga fatto qualcosa, a quante di queste tragedie dobbiamo ancora assistere?”. Lucia Tornabruni si recava spesso al cimitero di Caltana per trovare la madre persa recentemente ed il marito, morto quattro anni fa. La sua era ormai divenuta una routine, tanto da farle attraversare forse con la leggerezza dell’abitudine quell’incrocio nel quale ha trovato la morte.