Incidente sul Garda, arrestato il turista tedesco che guidava il motoscafo

·2 minuto per la lettura
Incidente al Lago di Garda (Photo: Ansa)
Incidente al Lago di Garda (Photo: Ansa)

È stato arrestato il 52enne che era alla guida del motoscafo che sabato 19 gennaio ha travolto sul lago di Garda la barca con a bordo Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, rimasti uccisi nello schianto. Il tribunale di Monaco ha convalidato l’arresto chiesto dalla Procura di Brescia. Patrick Kassen è stato fermato al Brennero mentre stava tornando in Italia e ora si trova a Brescia in attesa di essere portato in carcere.

L’arresto del 52enne turista tedesco era stato richiesto ieri dalla procura di Brescia, per il rischio di reiterazione del reato e pericolo di fuga. La procura ha firmato un mandato di arresto europeo che doveva essere valutato da un giudice del tribunale di Monaco di Baviera, che oggi ha convalidato dunque l’arresto. Il 52enne aveva anche accettato di sottoporsi all’alcoltest, poi risultato negativo. L’uomo era alla guida del motoscafo, ma non ne è il proprietario.

Sul motoscafo che ha travolto la barca con a bordo Umberto Garzarella e Greta Nadrotti, c’era anche un altro turista, sempre di nazionalità tedesca. Agli inquirenti i due hanno detto di non essersi accorti di nulla. “C’era buio” si sono giustificati i due turisti tedeschi. L’imbarcazione delle vittime è stata ritrovata all’alba di domenica con uno squarcio sulla fiancata destra a ridosso della prua. A bordo c’era, senza vita, solamente Umberto Garzarella, imprenditore e titolare di un centro di assistenza di impianti termici e appassionato di nautica. Sono iniziate immediatamente le ricerche di una donna visto che sulla barchetta in legno i carabinieri e gli uomini della Guardia Costiera di Saló avevano trovato abiti femminili e che testimoni avevano raccontato di aver visto allontanarsi sulle acque del lago proprio il 37enne con Greta studentessa universitaria. Il corpo senza vita della giovane è stato recuperato dai sommozza...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli