Incidente sul Gargano: 3 morti e 3 feriti

Incidente sul Gargano
Incidente sul Gargano

Nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 10 luglio 2022, si è verificato un incidente stradale sul Gargano, in Puglia, che ha distrutto completamente una famiglia. Le vittime sono un padre, una madre ed una figlia diciottenne.

Incidente sul Gargano: 3 morti e 3 feriti

Un frontale tra due auto, 3 morti e 3 feriti (di cui uno è gravissimo). Solo questo al momento si sa del tragico incidente nel Foggiano. Non è chiara la dinamica nè chi abbia torto. Non sono noti nemmeno i nomi delle vittime. L’unica cosa certa è che un’intera famiglia non c’è più. Il tratto stradale su cui è avvenuto il sinistro è la superstrada che da Carpino conduce a Cagnano Varano.

I soccorsi

Sul luogo della tragedia sono intervenuti i Carabinieri per occuparsi delle indagini e i sanitari del 118 per prestare soccorso. Stando ai primi rilievi, due delle tre vittime sono morte sul colpo durante lo schianto. La terza vittima è deceduta durante il trasporto in ospedale. L’auto su cui viaggiavano era una Volkswagen golf. Oltre alle autoambulanze, per accelerare i soccorsi, è intervenuto anche l’elisoccorso.

Le parole del sindaco di Cagnano Varano

Michele Di Pumpo, sindaco di Cagnano Varano, ha commentato su Facebook la vicenda scrivendo: “Purtroppo una tragedia oggi nel tardo pomeriggio sul Ponte San Francesco, strada statale a scorrimento veloce del Gargano, tragedia che ha colpito una famiglia di Castelluccio dei Sauri. Sento con il cuore di stare vicino alla famiglia e a tutti i parenti delle vittime. E a loro che va il mio pensiero ed il pensiero di tutta la comunità di Comune di Cagnano Varano. Un invito a non polemizzare su colpe di chi, di come e il perché, su questo ci penserà la procura, pensiamo alla tragedia e a stare vicino alle famiglie delle vittime e a tutti i feriti anche dell’altra auto dell’incidente“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli