Incidente sul lavoro a Fondi: muore 65enne

gentile

L’esplosione di un tubo ad alta pressione. Sarebbe questa la causa dell’incidente sul lavoro avvenuto a Fondi, comune in provincia di Latina, costato la vita ad Alfredo Gentile. L’uomo, che avrebbe compiuto 65 anni il prossimo dicembre, era il titolare dell’azienda di famiglia Frigoterm per conto della quale stava eseguendo delle manutenzioni. L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri e, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato appunto provocato dal malfunzionamento di un tubo dell’alta pressione. Gentile stava lavorando insieme al figlio alla manutenzione di una cella frigorifera nello stabilimento Martone, situato in via Pantanello. Gravemente ferito anche il figlio della vittima, ricoverato d’urgenza presso l’ospedale “Fiorini” di Terracina. Decisivo l’intervento dell’elisoccorso Pegaso che però ha potuto soccorrere solo il ragazzo, il titolare era infatti deceduto sul colpo.

Incidente sul lavoro a Fondi: si indaga sulle cause

Le effettive cause dell’incidente sono ancora da accertare. Il pubblico ministero ha per ora disposto il sequestro dei locali all’interno dei quali è avvenuta la tragedia, affidando le indagini al commissariato di polizia di Fondi. La Frigoterm è un’azienda specializzata negli impianti di refrigerazione e qualche anno fa si era occupata anche della realizzazione dei magazzini di via Pantanello. Secondo le prime indagini, lo scoppio sarebbe stato talmente violento e improvviso da travolgere Alfredo Gentile senza lasciargli scampo. Sul luogo sono intervenuti anche i vigili del fuoco per sedare un possibile incendio o ulteriori eventuali esplosioni.

Solo qualche settimana fa un altro incidente sul lavoro era costato la vita a un ragazzo di 28 anni, rimasto schiacciato da un mezzo meccanico in provincia di L’Aquila.