Incidente sulla Roma-Fiumicino: Alessandro Repetto muore a 22 anni

Incidente Roma Fiumicino Alessandro Repetto

Si chiama Alessandro Repetto la vittima dell’incidente mortale verificatosi sulla Roma-Fiumicino nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 febbraio 2020. Il giovane, alla guida della sua Mazda insieme ad un amico, è andato a finire prima fuori dalla carreggiata e poi contro un palo.

Alessandro Repetto morto in un incidente a Fiumicino

Per lui l’impatto è stato talmente violento che quando i Vigili del Fuoco l’hanno estratto dalle lamiere non c’era già più nulla da fare. L’altro passeggero invece, un 24enne di nome Gabriele N., è rimasto ferito gravemente. I sanitari l’hanno trasportato prima all’ospedale Grassi di Ostia e poi al San Camillo, dove è ricoverato in condizioni critiche. Ancora al vaglio delle autorità la dinamica del sinistro, verificatosi probabilmente a causa dell’alta velocità e dell’asfalto reso viscido dalla pioggia.

A poche ore dalla sua morte, sono tantissimi parenti e amici che piangono Alessandro e gli dedicano un messaggio di cordoglio. Classe 1998, il giovane aveva frequentato l’ITIS Faraday a Ostia e viveva a Fiumicino. Chi lo conosceva bene l’ha descritto come un ragazzo speciale, che amava giocare a calcio e sapeva guidare bene.

Nella sua via di residenza, la Anco Marzio, sono molti i cittadini che lo ricordano con le lacrime agli occhi. Sconvolti anche gli amici, che non riescono a credere e capacitarsi di quanto successo. A rivolgere un messaggio alla famiglia è stato poi il sindaco di Fiumicino, che in una nota ha scritto: “È una tragedia indescrivibile quando si spezza una giovane vita. Mando a loro e agli amici del ragazzo tutto il mio affetto. Un abbraccio forte anche all’amico“.