Incidenti di Piazza San Carlo, le parti civili si ritirano

incidenti piazza san carlo

Il 3 giugno 2017 in piazza San Carlo a Torino era in corso la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League che vedeva impegnata la squadra cittadina Juventus. All’improvviso nella piazza si scatenò però il panico che provocò il fuggi fuggi generale da una zona evidentemente sovraffollata, che in quel momento conteneva più di 30 mila persone. Nella calca morirono due persone, due donne lei cui ferite furono troppo gravi per riuscire a sopravvivere. Nella giornata di oggi sarà formalizzata la revoca di costituzione a parte civile.

Incidenti di Piazza San Carlo

Ieri è iniziata l’udienza preliminare, che continuerà oggi, e nel corso della quale sono state completate le trattative per il risarcimento di alcune decine delle 1500 persone rimaste ferite a Torino, durante il caos scoppiato a Piazza San Carlo a Torino in cui persero la vita Erika Poletti e Marisa Amato. Per la giornata di oggi, 4 ottobre, è prevista la revoca delle costituzioni a parte civile. Tra gli imputati del procedimento figurano la sindaca Chiara Appendino e l’allora questore di Torino, Angelo Sanna, per le carenze riscontrate nell’organizzazione e nella gestione dell’evento stesso, a cui prese parte un altissimo numero di persone.

Condannati 4 ragazzi

In un primo momento si pensò ad un attentato nel capoluogo piemontese ma presto fu chiaro che non era quella la causa scatenante del panico in piazza. Il Giudice dell’udienza preliminare di Torino ha infatti condannato a poco più di 10 anni di carcere i quattro ragazzi, di età compresa tra i 20 e i 22 anni, accusati di essere i responsabili del fuggi fuggi generale che provocò morti e feriti. L’accusa è omicidio preterintenzionale.

  • Non ha le giuste protezione e inventa un modo singolare, ma efficace, per entrare nell'ufficio
    Notizie
    notizie.it

    Non ha le giuste protezione e inventa un modo singolare, ma efficace, per entrare nell'ufficio

    In posta senza mascherina, si spoglia e usa gli slip come protezione: l'iniziativa di una donna di Kiev.

  • De Filippi sconvolta dal Covid-19
    Notizie
    notizie.it

    De Filippi sconvolta dal Covid-19

    La vita privata di Maria De Filippi è notevolmente cambiata durante l’emergenza sanitaria da coronavirus: le parole della signora di Mediaset

  • La Rodriguez e De Martino al capolinea? Il lungo sfogo di Belenita
    Notizie
    DonneMagazine

    La Rodriguez e De Martino al capolinea? Il lungo sfogo di Belenita

    Belen Rodriguez e Stefano De Martino potrebbero essere arrivati nuovamente al capolinea: lo sfogo della showgirl.

  • Bassetti: "Il virus si è indebolito, i catastrofisti negano"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Bassetti: "Il virus si è indebolito, i catastrofisti negano"

    Matteo Bassetti, presidente della Società italiana di terapia antinfettiva, ne è convinto: il coronavirus “è diventato più buono” e "questo è un dato di fatto.

  • Lo sfogo della Lamborghini per gli scatti falsi senza veli
    Spettacolo
    notizie.it

    Lo sfogo della Lamborghini per gli scatti falsi senza veli

    Lo sfogo di Elettra Lamborghini per le foto false in cui è ritratta senza veli: l'ereditiera ha messo in guardia i suoi fan.

  • Coronavirus, Le Foche: "La movida non inciderà"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Coronavirus, Le Foche: "La movida non inciderà"

    La movida, secondo l’immunologo Francesco Le Foche, “non inciderà moltissimo” sul rischio di una seconda ondata di coronavirus.

  • Catania, ritrovato e sequestrato squalo Mako pescato per errore
    Notizie
    Askanews

    Catania, ritrovato e sequestrato squalo Mako pescato per errore

    Una femmina di oltre 700 kg appartenente ad una specie protetta

  • Aereo precipitato a Roma, ritrovato il cadavere del 23enne disperso
    Notizie
    notizie.it

    Aereo precipitato a Roma, ritrovato il cadavere del 23enne disperso

    Il corpo del 23enne Daniele Papa è stato rinvenuto ancora allacciato al sedile dell'aereo con cui è precipitato nel Tevere lo scorso 25 maggio.

  • Rula Jebreal: "Silvia Romano andava protetta"
    Notizie
    Adnkronos

    Rula Jebreal: "Silvia Romano andava protetta"

    "Silvia andava protetta, le autorità e le istituzioni avrebbero dovuto farlo. Purtroppo così non è stato. Sono state divulgate anche informazioni sensibili che, per motivi di sicurezza, non avrebbero mai dovuto essere di dominio pubblico". Non è tenera Rula Jebreal nel commentare la gestione del rientro in Italia di Silvia Romano, la cooperante italiana rapita in Kenya e liberato dopo 18 mesi.  "L'incitamento all'odio e alla violenza - aggiunge la giornalista - sono sintomi di una malattia grave che può prendere nomi diversi: sessismo, razzismo e islamofobia. Silvia rischia di essere oggetto di violenza, è stata minacciata e girerà sotto scorta. Esattamente come viveva in Somalia. Penso tuttavia che questi sentimenti da condannare e da contrastare con assoluta fermezza siano espressione di una sola parte del nostro Paese, perché la maggioranza delle donne e uomini italiani non la pensa così". Quanto all'autenticità della conversione di Silvia Romano, Jebreal sottolinea: "Non spetta a nessuno mettere in discussione le scelte personali di una giovane donna. Silvia ha il diritto di elaborare in serenità non solo i suoi traumi ma anche le sue scelte". A chi ha criticato il pagamento del riscatto, la giornalista risponde: "Considerare uno 'spreco' di soldi quelli spesi per salvare una vita è, a mio avviso, un'argomenta di chi ha perso l'umanità". Mentre del senatore leghista che è arrivato a definire Silvia Romano "noeoterrorista" dice: "In America sarebbe stato denunciato per discriminazione religiosa". Infine, sul velo che copriva anche il capo di Silvia al suo rientro in Italia: "Nei Paesi liberali e democratici il velo è segno di inclusione e tolleranza. Nei Paesi che invece lo rendono obbligatorio diventa un simbolo di oppressione".

  • Milano, 18enne ha i polmoni "bruciati" dal coronavirus: salvato da trapianto record
    Salute
    Yahoo Notizie

    Milano, 18enne ha i polmoni "bruciati" dal coronavirus: salvato da trapianto record

    Il calvario di Francesco, salvato dai medici del Policlinico. Il giovane è il primo positivo al virus in Europa a essere sottoposto a un trapianto di polmoni.

  • Che figuraccia per la Guaccero! La frase imbarazzante in diretta tv
    Spettacolo
    notizie.it

    Che figuraccia per la Guaccero! La frase imbarazzante in diretta tv

    Bianca Guaccero non si è accorta di essere ripresa e si è resa protagonista di un fuorionda a dir poco imbarazzante.

  • La vincitrice del GF Vip svela ai fan il suo problema alla pelle
    Spettacolo
    DonneMagazine

    La vincitrice del GF Vip svela ai fan il suo problema alla pelle

    Paola Di Benedetto non ha segreti per i fan, e questa volta ha mostrato loro il problema che da qualche tempo avrebbe al viso.

  • Il sondaggio: Lega di nuovo in crescita, il Pd si allontana
    Politica
    Adnkronos

    Il sondaggio: Lega di nuovo in crescita, il Pd si allontana

    Carroccio in rimonta dopo mesi di calo e Partito democratico in perdita, che si allontana. Questo il risultato delle ultime rilevazioni dell'Istituto Ixè per Cartabianca. Più in dettaglio, per la prima volta si registra un recupero rilevante (0,7%) della Lega, che sale al 25,3%, distaccando il PD, che scende al 20,9%, evidenziando un calo di due punti nell'ultimo mese. Nell'area di Governo continua a salire, invece, il Movimento 5 Stelle, che raggiunge il 17,5%, con una differenza di 2 punti e mezzo rispetto a due mesi fa. Nel campo del centrodestra, flessione (-0,4%) per Fratelli d'Italia e piccolo assestamento positivo (+0,2%) per Forza Italia. Nel suo complesso, quindi, l'opposizione ha un saldo positivo di mezzo punto rispetto alla scorsa settimana. I gradimenti dei politici vedono ancora in testa Conte con il 59% e per il resto confermano gli orientamenti di voto: scende la fiducia in Giorgia Meloni (33%), sale quella in Salvini (30%), scende Zingaretti (25%) e cresce Berlusconi (22%). Si conferma anche un gradimento di portata nazionale per il Presidente del Veneto Zaia, che sale al 51% riducendo le distanze dal premier. La fiducia del Governo, cresciuta sensibilmente in questi mesi di emergenza, si mantiene su livelli elevati, ma si segnala una flessione nell'ultima settimana (57%). A questo dato si associa una diffusa delusione per le misure economiche adottate dal Governo per fronteggiare l'emergenza: poco più di un terzo (36%) degli italiani le ritiene efficaci, mentre a inizio aprile tale quota raggiungeva il 52%. Per quanto riguarda invece la Fase 2, oltre la metà degli italiani ha già approfittato delle riaperture della scorsa settimana. Sono andati dal parrucchiere/barbiere (27%) e hanno ricominciato a prendere il caffè al bar (26%). Una quota non trascurabile ha già fatto acquisti di abbigliamento/scarpe (16%), mentre ristoranti e aperitivi sono stati finora meno praticati. Nonostante questa cautela, stando a quanto dichiarato, nella ripresa delle 'vecchie' abitudini, il 51% degli intervistati mostra preoccupazione rispetto ad un abbassamento della guardia da parte degli italiani, che starebbero adottando comportamenti meno prudenti.

  • Ordine esecutivo di Trump: "Pericoloso potere dei social se censurano opinioni"
    Spettacolo
    Adnkronos

    Ordine esecutivo di Trump: "Pericoloso potere dei social se censurano opinioni"

    "Quando grandi, potenti società di social media censurano le opinioni su cui non sono d'accordo, esercitano un potere pericoloso". E' quanto si legge nella bozza, ottenuta da The Hill, dell'ordine esecutivo che Donald Trump dovrebbe firmare oggi, innalzando così il livello di scontro con le società di social media dopo che Twitter ha inaugurato la funzione di fact checking dei tweet più controversi del presidente. "In un Paese che da molto tempo difende la libertà di espressione non possiamo permettere che un numero limitato di piattaforme online scelga il discorso a cui gli americani possono avere accesso e trasmettere sulla Rete", si legge ancora nella bozza dell'ordine esecutivo che stabilirà la revisione della legge del 1996, il Communication Decency Act, considerato il fondamento dell'espansione di Internet, che protegge le società della Silicon Valley da cause per i contenuti inseriti da terze parti sulle loro piattaforme. Secondo quanto anticipato, l'ordine darà mandato ad un'agenzia del dipartimento del Commercio di presentare un ricorso alla Federal Communications Commission per chiarire la portata della sezione 230 della legge del 1996. Nella bozza infatti si suggerisce che le piattaforme come Facebook, Twitter e YouTube possano essere considerate come degli editori ed essere quindi legalmente responsabili per i contenuti pubblicati sui loro siti. La commissione federale per le comunicazioni, che è controllata dai repubblicani, potrebbe in linea di principio rifiutarsi di condurre questa revisione. I democratici sono già sul piede di guerra.  "Questo non funziona, i social media possono far arrabbiare - ha dichiarato uno dei commissari dem, Jennifer Rosenworcel, ma un ordine esecutivo che trasformerebbe la commissione nella polizia di espressione del presidente non è la risposta". Nell'ordine esecutivo si incoraggia anche la Federal Trade Commission, la commissione federale per il commercio, di valutare le denunce di parzialità politica rivolte da singoli cittadini ai social media per stabilire se costituiscano "pratiche commerciale ingiuste o ingannevoli". Lo scorso anno la Casa Bianca, che da tempo accusa i social media di avere pregiudizi contro i conservatori, ha creato un sito online per riportare queste denunce.

  • Covid, studio rivela: "Il sole uccide il virus in pochi minuti"
    Notizie
    Adnkronos

    Covid, studio rivela: "Il sole uccide il virus in pochi minuti"

    Se esposto alla luce solare il SARS-CoV-2 contenuto nelle goccioline di saliva e depositate su diversi materiali, viene inattivato dopo pochi minuti. E' quanto sostiene la ricerca 'Simulated Sunlight Rapidly Inactivates SARS-CoV-2 on Surfaces' e pubblicata il 20 maggio dall'Università di Oxford sul Journal of Infectious Diseases. Secondo quanto si legge nella prefazione, "recedenti studi hanno dimostrato che il virus della COVID-19 è stabile sulle superfici per lunghi periodi in ambienti interni". In questo studio, invece, ricercatori hanno eseguito esperimenti "ricreando artificialmente la luce e la radiazione solare rappresentativa del solstizio d'estate a 40°N latitudine al livello del mare in una giornata limpida". Ne è emerso che la luce solare simulata è in grado di inattivare in 6,8 minuti il 90% dei virus nella soluzione che imitava la saliva e in 14,3 minuti nei terreni di coltura. Si è verificata anche una significativa inattivazione, sebbene a una velocità inferiore, a livelli di luce solare simulati più bassi". "Il presente studio - si legge - fornisce la prima prova che la luce solare può inattivare rapidamente SARS-CoV-2 sulle superfici, suggerendo che la persistenza, e quindi il rischio di esposizione, possono variare significativamente tra ambienti interni ed esterni. Inoltre, questi dati indicano che la luce solare naturale può essere efficace come disinfettante per materiali non porosi contaminati.

  • Kate e Sua Maestà con chiome perfette anche durante il lock down: i motivi
    Spettacolo
    notizie.it

    Kate e Sua Maestà con chiome perfette anche durante il lock down: i motivi

    Come hanno fatto Kate Middleton e la Regina Elisabetta a sfoggiare sempre capelli perfetti in quarantena? Svelato i loro segreti.

  • "Floyd non ha mai fatto del male a nessuno"
    Notizie
    notizie.it

    "Floyd non ha mai fatto del male a nessuno"

    Il padrone di casa e i fratelli dell'afroamericano morto soffocato dalla Polizia hanno raccontato ai cronisti chi era George Floyd.

  • Per gli americani in Cina e Italia la peggiore gestione della pandemia
    Notizie
    AGI

    Per gli americani in Cina e Italia la peggiore gestione della pandemia

    Il 27% degli americani giudica in modo negativo la gestione della pandemia di coronavirus in Italia a fronte del 36% che la ritiene sufficiente, del 28% secondo cui è stata positiva e di appena il 6% che la ritiene eccellente. E' quanto emerge dall'ultima rilevazione del Pew Research Center, svolta dal 29 aprile al 5 maggio scorso ma appena resa nota dal think tank di Washington.Peggio dell'Italia gli americani giudicano solo la gestione della Cina: negativa per il 37%, sufficiente per il 26%, buona per il 26%, eccellente per il 7%. E' reputata meglio la risposta degli Stati Uniti: la boccia il 21% degli intervistati, la ritiene sufficiente il 31%, positiva il 37% ed eccellente il 10%.L'opinione pubblica statunitense promuove invece decisamente la gestione della pandemia nel Regno Unito (negativa solo per il 9%, sufficiente per il 38%, buona per il 44% ed eccellente per il 5%) e ancora di più in Corea del Sud per cui le percentuali si attestano rispettivamente al 7, al 22, al 41 e addirittura al 25 per il giudizio di eccellenza. Infine la Germania: solo il 4% degli americani boccia la sua gestione della pandemia, il 25 la reputa sufficiente a fronte del 51% per cui è buona e del 15% secondo cui è eccellente.Intanto, l'opinione degli americani sulla Cina ha raggiunto il minimo storico nell'ultimo sondaggio. Il think tank ha registrato un'opinione ancora peggiore di quella della precedente rilevazione, riferita a marzo scorso. I due terzi degli intervistati (66%) ha un giudizio sfavorevole sulla Cina e il 71% non ha alcuna fiducia nel presidente Xi Jinping.Lo sfavore dell'opinione pubblica statunitense è stato alimentato, naturalmente, dagli effetti della pandemia di coronavirus: l'84% non si fida delle informazioni fornite dal governo di Pechino e in questa larga quota è incluso un 49% che non crede per niente alle notizie diffuse dalla Cina.Cresce anche la sfiducia nell'Organizzazione Mondiale della Sanità: il 18% degli intervistati non si fida delle informazioni e delle indicazioni diffuse dall'Oms, che sconta una presunta permeabilità alle direttive del governo cinese.Tuttavia, la metà degli americani crede che la Cina pagherà la pandemia con una diminuzione della sua influenza globale, che invece dovrebbe crescere solo per il 17% degli intervistati e restare immutata per il 31%. Al contrario, l'influenza globale degli Stati Uniti aumenterà secondo il 29%, rimarrà uguale per il 41% e diminuirà per il 29%.

  • Covid-19, muore il dottor Cesare Landucci
    Salute
    notizie.it

    Covid-19, muore il dottor Cesare Landucci

    Lutto in Toscana: muore il dottor Cesare Landucci. Da due mesi combatteva contro il coronavirus ed era ricoverato in terapia intensiva.

  • Notizie
    Askanews

    Dl scuola, Pd: grazie a lavoro di squadra testo migliorato

    "Abbiamo dato continuità e certezze al Paese"

  • Meteo, in arrivo fresco e temporali
    Notizie
    Adnkronos

    Meteo, in arrivo fresco e temporali

    Ultimi due giorni di clima gradevole e tempo in prevalenza soleggiato, da venerdì infatti l’alta pressione delle Azzorre subirà un attacco da un nucleo instabile e fresco di origine russa. Le temperature subiranno un crollo anche di 7°C e andranno addirittura sotto la media del periodo.  Il team del sito iLMeteo.it comunica che mercoledì e giovedì, a parte isolati temporali sulle Alpi e sulla Calabria, il tempo sarà soleggiato e con clima gradevole. Da venerdì le cose muteranno, l’arrivo di aria più fresca farà peggiorare subito il tempo al Nordest e sul Piemonte occidentale con rovesci e qualche temporale. Nel corso del giorno i temporali raggiungeranno il Centro e quindi il Sud peninsulare, concentrandosi soprattutto su Marche, Abruzzo, Lazio, Molise, Puglia e Appennini in genere. Il weekend sarà caratterizzato dal continuo afflusso di correnti più fresche dai quadranti settentrionali e dall’arrivo di corpi nuvolosi intensi che porteranno temporali con locali grandinate soprattutto al Centro-Sud e sull’arco alpino. Il clima sarà fresco su tutto il Paese. Il team del sito iLMeteo.it comunica che lunedì 1 e martedì 2 giugno l’alta pressione tornerà a inglobare buona parte dell’Italia. Il tempo sarà contraddistinto dallo sviluppo di temporali pomeridiani sui rilievi, più isolati sulle Alpi e più diffusi su quelli meridionali. Temperature in graduale aumento con valori massimi che torneranno piacevoli.

  • Gardaland apre il 13 giugno, tetto a ingressi e app per attrazioni
    Notizie
    Adnkronos

    Gardaland apre il 13 giugno, tetto a ingressi e app per attrazioni

    Gardaland, il parco di divertimento sul lago di Garda, in provincia di Verona, riapre il 13 giugno dopo il lungo lockdown. E per garantire la sicurezza e il distanziamento sociale degli utenti ha preparato un protocollo di sicurezza fatto di ingressi contingentati e app per prenotare attrazioni e ristoranti, segnaletica per spostarsi e per fare la fila, sanificazioni continue e misurazione delle temperature. Misure che comporteranno nel 2020 una riduzione di almeno il 50% del fatturato, che dovrebbe tornare ai livelli dello scorso anno solo nel 2022. "Lo slogan di Gardaland di quest'anno potrebbe essere 'divertimento in sicurezza'", spiega Aldo Maria Vigevani, amministratore delegato di Gardaland, contattato dall'Adnkronos.  "Nel corso del lockdown abbiamo scritto un protocollo di sicurezza: abbiamo ripensato tutto il nostro modello operativo e lo abbiamo trasformato per minimizzare le occasioni di esposizione al virus. E ora ci avviamo verso una felice riapertura il 13 giugno", continua.  Il parco, parte del gruppo britannico Merlin Entertainments, ha fissato un tetto agli ingressi giornalieri per garantire il distanziamento sociale dei visitatori. "Siamo ampiamente sopra le 10mila persone, circa 50% in meno" rispetto allo scorso anno, continua Vigevani. Il contingentamento degli ingressi avverrà attraverso la prenotazione della visita e a ogni utente, come anche a ogni addetto del parco, verrà misurata la temperatura con i termoscanner. Per indirizzare i flussi dei visitatori Gardaland ha predisposto una segnaletica sia verticale che orizzontale. Tutti i viali sono stati trattati come fossero strade, con la linea continua nel mezzo per evitare i 'sorpassi' e segnali di senso permesso o vietato all'inizio dei viali", continua l'ad del parco. E per distanziare gli utenti in coda ci saranno dei segni a terra come in metropolitana. Inoltre "stiamo testando una app, collegata alla nostra app di Gardaland, con la quale sarà possibile prenotarsi per una certa attrazione a un determinato orario per evitare di fare la fila". E ci sarà anche "una app per il food and beverage per prenotare un tavolo", spiega Vigevani.  Il parco sarà sanificato completamente tutte le mattine prima dell'apertura, dai vialetti alle panchine. Anche le attrazioni, continua l'ad di Gardaland, "verranno sanificate a ogni ciclo nei punti dove l'utente si sarà seduto o avrà toccato con le mani. Un'operazione che dovremmo riuscire a effettuare in circa trenta secondi, senza rallentare eccessivamente le corse". In ogni caso le misure per il distanziamento e la sanificazione hanno un prezzo. "Bisogna istruire il nostro personale, che sarà dotato di mascherine e guanti da cambiare continuamente, avremo 150 colonnine dispenser di gel con la ricarica, le app, che hanno un bel costo, e la segnaletica. Costi che assorbiamo noi e che non scarichiamo sugli utenti. Nel corso di una stagione arriveremo a spendere circa 800mila euro". Nel corso del 2020 il fatturato del parco "si ridurrà di almeno il 50%", stima Vigevani. E "la curva della ripresa ci permetterà di recuperare nel corso del 2022".