Incidenti stradali: morti e feriti nel weekend

Morti e feriti sulle strade italiane

Weekend di sangue sulle strade italiane. Diversi gli incidenti che si sono registrati da Nord e Sud della Penisola, così come sono numerose purtroppo le vittime, tutte giovanissime. I sinistri si sono verificati soprattutto nella notte tra sabato e domenica, a Torino, Palermo, Foggia e Roma.

La tragedia nel Palermitano

Due morti e tre feriti gravi: è il bilancio di un incidente stradale avvenuto a Belmonte Mezzagno, nel Palermitano. Cinque giovani tra i 16 e i 18 anni viaggiavano a bordo di una Bmw che è uscita fuori strada, alle porte del paese. Uno dei ragazzi è morto carbonizzato nella vettura. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri. I ragazzi deceduti sono Giorgio Casella di 17 anni e Kevin Vincenzo La Ciura di 16 anni. I tre feriti che viaggiavano con loro sono ricoverati negli ospedali Civico, Policlinico e Buccheri la Ferla. Rosario Musso di 20 anni, che era alla guida della Bmw, è stato poi arrestato: aveva un tasso alcolemico di 105 microgrammi per litro. Il limite è 50. Musso aveva anche fumato cannabis.

GUARDA ANCHE: Incidenti stradali, numeri drammatici per i giovani

Due morti a Torino

Altre due persone sono morte in un altro incidente stradale con tre auto coinvolte a Leinì (Torino), sulla strada provinciale per Ceresole. Tre i feriti, tra cui una ragazza che è stata trasportata in codice giallo con l'elisoccorso al Cto di Torino. Sul posto l’elisoccorso e tre ambulanze del 118.

Incidente a Cagliari

Ha perso il contro dell'auto che si è schiantata contro il muro di un negozio. Un 18enne di Quartu, che guidava senza patente e senza assicurazione, è stato ricoverato con codice rosso all'ospedale Brotzu. Le sue condizioni sono disperate. L'incidente è avvenuto intorno alle 5, in viale Monastir a Cagliari. Il giovane al volante di una Suzuki Swift si stava dirigendo verso via del Fangario quando, per cause non accertate, mentre percorreva una curva ha perso il controllo della vettura che è finita contro il muro di cinta del negozio.

LEGGI ANCHE: Carabiniere ubriaco contromano su statale, un morto e due feriti

Vittime nel Foggiano

E' salito a due morti il bilancio delle vittime dell'incidente stradale avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri lungo la provinciale 141 che collega Manfredonia a Zapponeta, nel Foggiano. Le vittime si chiamavano Giuseppina Salvemini, di 61 anni, morta sul colpo, e il marito Antonio De Cristofaro, di 64, deceduto subito dopo il ricovero in ospedale.

Stando a quanto si è saputo, per cause ancora in corso di accertamento, una Range Rover si è scontrata con la Lancia Libra a bordo della quale viaggiava la coppia. Il suv, a seguito del violento impatto, è finito fuori strada. I tre passeggeri sono rimasti leggermente feriti.

LEGGI ANCHE: Incidenti stradali mortali, ecco le province più pericolose

Centauro morto nel Pisano

Un motociclista di 38 anni è morto la scorsa notte a La Rotta, nei pressi di Pontedera (Pisa), dopo essere stato travolto da un'auto che procedeva nella sua stessa direzione e che era guidata da una donna di 30 anni, poi denunciata per omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza: sottoposta al controllo dell'etilometro, i valori di alcol nel sangue sono risultati oltre ai limiti di legge.

L'incidente è avvenuto la scorsa notte sulla Tosco-romagnola. La vittima è un fotografo, Pietro Gandolfo, residente a Santa Croce sull'Arno (Pisa). Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, il motociclista è stato sbalzato dalla sua moto durante una fase di sorpasso dall'auto condotta dalla donna che evidentemente non si è accorta che l’uomo aveva già effettuato la stessa manovra. Il fotografo è praticamente morto sul colpo dopo avere sbattuto violentemente contro un muro che costeggia la strada.

GUARDA ANCHE - Ecco le principali cause di incidente