Incinta e non vaccinata finisce in terapia intensiva, costretta al cesareo al settimo mese

·1 minuto per la lettura

AGI - Una donna toscana incinta al settimo mese è stata sottoposta a un parto cersareo d'urgenza e ricoverata in terapia intensiva per le complicazioni del Covid che le hanno provocato una polmonite bilaterale: è accaduto a Massa.

Il piccolo, positivo anche lui, è stato messo in incubatrice ma le sue condizioni sono problematiche a causa delle difficoltà di intubarlo e di curarlo per le piccole dimensioni e la tenera età.

La donna non era vaccinata e nei giorni scorsi aveva avuto prima la febbre e poi gravi problemi di respirazione, ha riferito il sito de La Nazione. Dal pronto soccorso del Nuovo ospedale Apuane, è stata trasferita al reparto di ginecologia e ostetricia dell'ospedale della Versilia, dove un'equipe specializzata ha deciso immediatamente il parto cesareo per non correre rischi, vista la severità della polmonite. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli