Incursioni israeliane nei Territori palestinesi: 21 arresti

Almeno 21 palestinesi sono stati arrestati in diverse località della Cisgiordania dai soldati dell'esercito israeliano, impegnati in una serie di incursioni nei Territori occupati.

Nel campo profughi di al-Jalazon, a nord di Ramallah, i militari hanno circondato una casa schierando mezzi blindati e tiratori scelti che hanno aperto il fuoco sul fabbricato per costringere gli occupanti a costituirsi.

Alla fine è stato arrestato il fratello di un palestinese ricercato, che non si trovava in casa in quel momento.

Prima che l'esercito si ritirasse si sono verificati scontri con la popolazione locale. Sei persone sono rimaste ferite, secondo quanto riporta l'agenzia palestinese Wafa.

Altri blitz israeliani sono stati compiuti in villaggi vicino Nablus, Betlemme ed Hebron e al-Ram, poco lontano da Gerusalemme.

Lunedi in una analoga incursione a Jenin, per la distruzione della casa di un attentatore palestinese, è rimasto ucciso un ragazzo e 16 altre persone sono rimaste ferite.