Indagata anche la nonna materna per il sequestro di Eitan

·1 minuto per la lettura
Nonna di Eitan (Photo: Ansa)
Nonna di Eitan (Photo: Ansa)

Anche Etty Peleg, ex moglie di Shmuel Peleg e nonna materna del piccolo Eitan, è indagata per il sequestro del bambino di 6 anni. Potrebbe essere lei uno dei complici di Shmuel Peleg, il nonno del piccolo, che è riuscito a fuggire dall’Italia portando con sé il nipotino di sei anni fino in Svizzera. E di lì si è imbarcato su un aereo privato che qualche ora dopo è atterrato in Israele. Ora è caccia agli altri complici.

Il 58enne israeliano, indagato da ieri per sequestro di persona aggravato, per portare il piccolo fuori dall’Italia ha eluso il divieto di espatrio che avrebbe dovuto impedire che il bambino lasciasse il suolo italiano.

“Stiamo accertando l’accaduto per poi intervenire”, ha spiegato ieri il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Shmuel Peleg ha dichiarato intanto di aver portato il piccolo in Israele “per il suo bene”, “affinché cresca col ramo materno della famiglia e non con quello paterno che ne ha la tutela legale in Italia”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli