Indagata band "P-38-La Gang" per istigazione delinquere

Indagata band P-38-La Gang per istigazione delinquere (Instagram)
Indagata band P-38-La Gang per istigazione delinquere (Instagram)

I membri della band musicale 'P38-La Gang' sono indagati a Torino per istigazione a delinquere. I carabinieri e la polizia del capoluogo piemontese, supportati dagli uffici territoriali di Bologna, Bergamo e Nuoro, hanno eseguito perquisizioni nei confronti dei quattro componenti del gruppo (due hanno precedenti per travisamento, invasione di edifici ed imbrattamento) e sequestrato materiale informatico utile alla prosecuzione delle indagini.

VIDEO - Cosa sono le Brigate Rosse?

La band si esibiva sui palchi dei centri sociali e dei circoli Arci con i volti nascosti da passamontagna e bandiere delle Brigate Rosse (un vessillo è stato sequestrato durante le perquisizioni insieme ad altro materiale d'area) e cantava brani con espliciti riferimenti al gruppo terrorista: 'Renault', l'auto in cui venne ritrovato il cadavere di Aldo Moro il 9 maggio '78, 'Nuove BR', 'Giovane Stalin' e ' Ghiaccio Siberia', alcuni dei titoli.

La figlia di Moro, Maria Fida e il figlio di un carabiniere vittima dalle Brigate Rosse, Bruno D'Alfonso, avevano presentato esposti contro di loro. Secondo gli inquirenti i testi inneggiavano alla violenza e alla contrapposizione radicale contro lo Stato. "Quello che le Br volevano fare allo Stato noi lo vogliamo fare all'industria musicale" dichiaravano nelle interviste.