Indagata per corruzione, si lancia da un palazzo. Gravissima dirigente Ministero

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·1 minuto per la lettura
Members of major teachers' trade unions stage a demonstration in front of the Ministry of Education on June 8, 2020 in Rome, Italy as the country eases its lockdown aimed at curbing the spread of the COVID-19 infection, caused by the novel coronavirus. (Photo by Andrea Ronchini/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via Getty Images)
Members of major teachers' trade unions stage a demonstration in front of the Ministry of Education on June 8, 2020 in Rome, Italy as the country eases its lockdown aimed at curbing the spread of the COVID-19 infection, caused by the novel coronavirus. (Photo by Andrea Ronchini/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via Getty Images)

Una dirigente del ministero dell’Istruzione è ricoverata in gravissime condizioni al Policlinico Gemelli dopo essersi lanciata dal secondo piano di un palazzo in piazza della Libertà a Roma.

La donna risulta indagata per corruzione, in concorso con altre persone, nell’ambito di un’inchiesta della procura di Roma relativa a presunte tangenti per affidamenti di appalti da parte del ministero. Ieri aveva avuto una perquisizione.

Le condizioni della donna sono gravissime: fratture multiple alla colonna vertebrale e al bacino, alle gambe e alle costole. La prognosi è riservata.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.