Indagati tutti e due i timonieri delle barche dello scontro all'Argentario

Stefano Carofel / AGF

AGI -  C'è un secondo indagato nell'inchiesta sulla collisione fra un motoscafo e una barca a vela avvenuto sabato pomeriggio nel tratto di mare fra il promontorio dell'Argentario e l'Isola del Giglio nel quale ha perso la vita il gallerista e antiquario Andrea Giorgio Coen e nel quale risulta ancora dispersa l'ex ginnasta romana Anna Claudia Cartoni.

La Procura della Repubblica di Grosseto ha infatti reso noto oggi che, oltre al pilota danese del motoscafo, è stato iscritto nel registro degli indagati anche il conducente della barca a vela, marito della donna attualmente dispersa in mare.

“Un atto dovuto - precisa la Procura - in considerazione della necessità di dover esperire accertamenti anche di natura irripetibile”.

E a proposito delle indagini della collisione  tra il Bibi Blu e la barca a vela Vahinè nel tratto di mare fra Porto Santo Stefano e Isola Del Giglio, prosegue il lavoro dei magistrati per fare luce sulla dinamica dello scontro fra le due barche.

Dai risultati delle analisi tossicologiche disposte sulle persone coinvolte nell'incidente, nessuno al momento della collisione era in stato di alterazione psicofisica per aver assunto alcol o sostanze stupefacenti. Al tempo stesso non sono emersi elementi per sostenere che alla guida del motoscafo su cui si trovavano i quattro turisti danesi fosse stato azionato il pilota automatico, circostanza che era stata ipotizzata dagli stessi inquirenti nella prima fase delle indagini.

Intanto è stata disposta dalla Procura l'autopsia sulla salma di Andrea Giorgio Coen. Un esame, quello sul corpo di quella che al momento è l'unica vittima accertata dell'incidente, che “sarà effettuato nei prossimi giorni”.

Si affievoliscono invece sempre di più le speranze di ritrovare ancora in vita Anna Claudia Cartoni, che al momento risulta ufficialmente dispersa in mare. Le ricerche andate avanti per tutta la notte appena trascorsa non hanno dato alcun esito.

Anche oggi, comunque, mezzi aereonavali di Guardia costiera, Vigili del fuoco e Guardia di finanza saranno impegnati nella perlustrazione del tratto di mare dove si è verificata la collisione fra le due imbarcazioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli