Indagine dell’Antitrust Ue sullo streaming musicale di Apple

·1 minuto per la lettura
featured 1308941
featured 1308941

Milano, 30 apr. (askanews) – L’Antitrust europeo ha annunciato di aver avviato una procedura contro Apple su un possibile abuso di posizione dominante riguardo alle regole del suo App Store in merito ai servizi di streaming musicale. Nel mirino c’è l’obbligo dell’uso del meccanismo di acquisti “in-app” imposto agli sviluppatori per poter utilizzare l’App Store.

Bruxelles sospetta anche che Apple pratichi alcune restrizioni a carico di operatori di streaming musicale e sviluppatori, onde evitare che informino gli utenti di iPhone e iPad di possibilità di acquisti alternative, anche meno costose.

Tecnicamente è stata notificata al gruppo una comunicazione di addebiti, a seguito di un esposto da parte di Spotify, che come altri servizi analoghi è in competizione diretta con la app “Apple Music”.

“Stabilendo regole stringenti sull’App store a svantaggio dei servizi di streaming musicale concorrenti, Apple priva gli utenti di streaming meno costosi e distorce la concorrenza”, ha affermato la vicepresidente della Commissione Margrethe Vestager.

Dura replica di Apple, secondo cui le tesi sostenute dell’Antitrust europeo, a seguito di un esposto di Spotify “sono l’opposto della concorrenza leale”. Così il gigante informatico californiano risponde alla procedura per possibile abuso di posizione dominante, annunciata dalla Commissione europea.