Indagine ONU condanna il progetto-modello del WWF in Congo -4-

red/Mgi

Roma, 8 feb. (askanews) - L'inchiesta ha raccolto testimonianze schiaccianti di ranger armati che picchiano i Baka: "I pestaggi coinvolgono allo stesso modo uomini, donne e bambini. Altri rapporti riferiscono di eco-guardie che puntano una pistola a un Baka per costringerlo a picchiarne un altro. Altri raccontano di eco-guardie che tolgono i machete ai Baka, per poi picchiarli con quegli stessi machete. Vi sono segnalazioni di eco-guardie che costringono le donne Baka a spogliarsi e a rimanere "nude come bambini". La riluttanza culturale da parte delle donne a parlare di questi episodi era palpabile, fatta eccezione nel dichiarare di aver subito vergognose 'umiliazioni'".

"Siamo di fronte a un atto d'accusa devastante che dovrebbe segnare la fine del modello della "Conservazione fortezza" promosso dal WWF, responsabile di aver provocato così tanti danni sia alle persone che all'ambiente in tutta l'Africa" ha dichiarato oggi Stephen Corry, direttore generale di Survival International.

"Sono già stati spesi milioni per il parco Messok Dja proposto, in gran parte provenienti da compagnie turistiche, da aziende del taglio del legno e della palma da olio palma, nonché da ONG conservazioniste. Lavorano insieme per derubare i Baka della loro terra. Sono stati insediati sul posto dei guardaparco che hanno terrorizzato i Baka locali per anni."(Segue)