India, arrestati quattro writer italiani: qual è l'accusa

India, arrestati quattro writer italiani (Foto Web)
India, arrestati quattro writer italiani (Foto Web)

Quattro writer italiani sono stati arrestati in India con l'accusa di avere "imbrattato" due carrozze della metropolitana. Si tratta di Gianluca Cudini, 24 anni, di Tortoreto, in provincia di Teramo; Baldo Sacha, 29, di Monte San Vito, in provincia di Ancona; Daniele Stranieri, 21, di Spoltore, in provincia di Pescara e Paolo Capecci, 27, di Grottammare, vicino Ascoli Piceno.

LEGGI ANCHE: Sono accusati di avere disegnato graffiti su due carrozze della metropolitana cittadina

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Ore di tensione per Alessia Piperno, arrestata a Teheran

I quattro writer sono stati arrestati nella città indiana di Ahmedabad dopo aver disegnati dei graffiti sulle carrozze del metro. E' accaduto nella notte di sabato scorso, poche ore prima dell'inaugurazione di un nuovo ramo della metropolitana da parte del premier indiano Narendra Modi.

I media indiani hanno pubblicato la foto dei quattro italiani all'interno di una stazione di polizia. L'accusa nei loro confronti è quella di avere rovinato una pubblica proprietà, causando un danno di 50mila rupie, cioè circa 600 euro. Inoltre, sono accusati di essersi introdotti in aree vietate al pubblico.

LEGGI ANCHE: India, graffiti su bus della metropolitana: arrestati 4 writer italiani

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Iran, giovane italiana arrestata a Teheran. Farnesina al lavoro

I quattro writers italiani erano in India dal 28 settembre. Sono entrati nel Paese con un visto turistico di un mese. Sono arrivati a Mumbai da Dubai ela polizia ha dichiarato che nell'appartamento affittato dal gruppo sono state trovate numerose bombolette spray di vari colori. Secondo quanto raccontato ai media da un agente, i writer affermano di avere disegnato i murales e le tag "per gioco" e che la scritta "Tas" significherebbe "tagliatelle alla salsa". I quattro italiani sono stati prelevati nell'appartamento dove alloggiavano e portati in prigione.

LEGGI ANCHE: Alessia Piperno, gli insulti sui social dopo l'arresto in Iran

LEGGI ANCHE: Quattro writer italiani sono stati femati in India per aver scritto su un vagone metro