India, Corte suprema accusa: governi scaricabarili su smog

Ihr

Roma, 4 nov. (askanews) - La Corte suprema dell'India ha accusato i governi statali di "giocare allo scaricabarile" sull'inquinamento atmosferico e di non aver preso provvedimenti per contrastare lo smog asfissiante di Nuova Delhi. La massima istanza giudiziaria del Paese ha anche affermato che le autorità sono interessate solo a degli "espedienti", piuttosto che a misure concrete per combattere i pericolosi livelli di inquinamento dell'aria.

I livelli di polveri sottili - note come PM2.5 - sono dieci volte ben oltre i limiti della sicurezza nella capitale indiana. Le autorità cittadine hanno risposto lanciando un periodo di circolazione a targhe alterne.

"Nuova Delhi soffoca ogni anno di più e non siamo capaci di fare nulla", ha dichiarato il giudice della Corte suprema Arun Misha.(Segue)