India, Corte suprema assegna a indù il sito sacro di Ayodhya -2-

Sim

Roma, 9 nov. (askanews) - Gli indù credono che il sito sia il luogo di nascita della divinità Ram, mentre i musulmani rivendicavano il sito dove era stata costruita la moschea Babri Masjid, distrutta nel 1992 in violenze che causarono la morte di quasi 2.000 persone.

Le autorità indiane hanno rafforzato le misure di sicurezza in vista del verdetto, per timore di violenze. Il premier Narendra Modi e altri leader politici hanno lanciato appelli alla calma.