India verso la rupia digitale, ma intanto tassa i cripto-asset

(Adnkronos) - La Reserve Bank of India è al lavoro per introdurre gradualmente entro il prossimo biennio la rupia digitale (CBDC). Secondo il suo ultimo rapporto annuale, la RBI vuole che la rupia digitale sia in linea con gli obiettivi della sua politica monetaria, stabilità finanziaria e operazioni efficienti di valuta e sistemi di pagamento. Quest'ultimo sviluppo arriva solo pochi mesi dopo che la banca centrale indiana ha annunciato di aver pianificato di iniziare a testare e gestire progetti pilota della valuta digitale. "Una risorsa vantaggiosa", l'ha definita il ministro delle finanze indiano Sitharaman: tuttavia il governo indiano ha intenzione di imporre una tassa del 30% sui guadagni ottenuti con la vendita di cripto-asset e tra i vertici della RBI c'è chi ne chiede il divieto totale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli