Indonesia: forse due italiani a bordo del jet russo scomparso

(ASCA) - Roma, 9 mag - Ci sarebbero anche due italiani a

bordo del Sukhoi Superjet-100, l'aereo russo scomparso oggi

durante un volo dimostrativo nei pressi di Giacarta, in

Indonesia. Secondo quanto riporta l'agenzia Ria Novosti,

citando fonti dello staff di crisi indonesiano, sul velivolo

erano presenti 50 persone: otto russi, due italiani, un

francese, un americano e 38 cittadini indonesiani.

In precedenza, tuttavia, l'ambasciata russa a Giacarta

aveva parlato di 44 persone a bordo, tutti indonesiani a

parte l'equipaggio di nazionalita' russa.

L'aereo e' scomparso nella zona del Monte Salak, alto

oltre duemila metri. Subito prima che venisse interrotto il

contatto radio, venti minuti dopo il decollo, i piloti

avevano chiesto il permesso di scendere da 3.000 a 1.800

metri.

Il velivolo e' un bimotore di linea regionale di nuova

generazione con 75-100 posti, sviluppato da Sukhoi Civil

Aircraft Company (SCAC), in collaborazione con Alenia

Aeronautica, societa' del gruppo Finmeccanica.

La joint venture SuperJet International (51% Alenia

Aeronautica, 49% Sukhoi Holding) e' responsabile delle

attivita' di marketing, vendita, personalizzazione e consegna

del velivolo in Europa, Nord e Sud America, Africa, Giappone

e Oceania, nonche' dell'addestramento dei piloti e

dell'assistenza post vendita in tutto il mondo.

Il SSJ-100 era arrivato a Giacarta come parte di un tour

dimostrativo di sei paesi asiatici. Prima dell'Indonesia era

stato in Myanmar, Pakistan e Kazakhstan, e avrebbe dovuto

visitare in seguito Laos and Vietnam, tutti paesi

potenzialmente interessati all'acquisto dell'aereo.

Ricerca

Le notizie del giorno