Indonesia, violenze in Papuasia: bilancio sale a 32 morti

Coa

Roma, 25 set. (askanews) - E' salito a 32 morti il bilancio delle violenze in corso da giorni nella Papuasia indonesiana: lo hanno riferito le autorità locali citate dall'Afp. "La maggior parte delle vittime si deve a ferite d'arma da taglio, percosse o gravi ustioni", ha dichiarato il portavoce della polizia Ahmad Mustofa Kama. "La situazione a Wamena", città del centro della provincia in cui si è registrato il maggior numero di decessi, "è ora sotto controllo", ha aggiunto il portavoce.

In Papuasia è in corso una delle rivolte più violente mai avvenute contro il governo indonesiano, che ha preso il controllo di questa regione ricca di risorse negli anni '60 dopo la colonizzazione olandese. La parte orientale dell'isola è occupata dalla Papua Nuova Guinea, uno Stato indipendente dal 1975.