Industria 4.0: Engineering rafforza offerta e acquisisce in Usa Movilitas (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Modelli evoluti di Digital Twin per il design, la produzione e l’ottimizzazione di prodotti e processi, soluzioni proprietarie come Movilitas.Cloud, sono solo alcuni degli asset che l’operazione garantirà, consentendo al Gruppo di incrementare lo sviluppo della digitalizzazione degli impianti industriali. L’acquisizione è tra le prime operazioni della nuova fase di sviluppo del Gruppo Engineering, che punta a triplicare il giro d’affari nel segmento entro il 2026. La multinazionale è già presente in 12 Paesi con oltre 40 sedi e intende accelerare la propria crescita organica anche a livello internazionale, oltre che in Italia, valorizzando competenze e talenti e continuando a investire per garantire la migliore offerta tecnologica a tutti i clienti nel mondo".

"In Movilitas siamo concentrati nell'aiutare le aziende a diventare imprese intelligenti sviluppando ecosistemi di supply chain intelligenti" ha osservato il Ceo di Movilitas, Ross Young. Per il presidente di Engineering Usa e Direttore della divisione Industries eXcellence Global del Gruppo Engineering, Ettore Soldi, "questa acquisizione segna un successo per il Gruppo Engineering e per Industries eXcellence Global, che ambisce a posizionarsi come operatore di riferimento a livello mondiale per guidare il progresso digitale del settore industriale".

Il Gruppo Engineering ha un team di oltre 500 specialisti nella digitalizzazione dell’industria e 650 progetti attivi a livello globale, con Movilitas, che ha un’esperienza ventennale e soluzioni in 51 Paesi, si aggiunge adesso un team globale di oltre 200 specialisti della trasformazione digitale e 7 hub operativi in Usa, Francia, Germania, Belgio, Ungheria, Uk e India.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli