Industria, Cisl Sicilia: situazione pu diventare drammatica

Gca

Palermo, 19 giu. (askanews) - "Le istituzioni siciliane devono intervenire con una strategia di politica economica che intercetti le enormi risorse del Recovery found, aprendo a nuovi investitori che permettano nuovi insediamenti produttivi nelle aree industriali siciliane con imprese che guardino al futuro e creare occupazione per i lavoratori metalmeccanici". Lo dice il Segretario Generale FIM Sicilia, Piero Nicastro, al termine del comitato esecutivo del sindacato riunitosi oggi a Messina per analizzare le difficolt legate al settore metalmeccanico in Sicilia, ulteriormente aggravate in conseguenza dell'emergenza legata al Covid-19. Il sindacato ritiene che "la situazione dell'industria siciliana, gi estremamente grave in fase pre-covid, rischia di diventare drammatica perch tendente alla completa desertificazione industriale. Il rischio che molte aziende non abbiano la capacit di ripartire dopo una crisi che nata come sanitaria e diventata rapidamente sociale ed economica". Per evitare questo scenario, la politica nazionale e regionale deve "supportare le attivit con interventi mirati che aiutino le aziende metalmeccaniche gi attive nel territorio a ripartire e, sfruttando le risorse e gli aiuti messi in campo in questa fase, cercare di attrarre nuovi investitori".