Industriali marmo: non siamo noi il pericolo del Pianeta

Red/Cro/Bla

Roma, 28 ago. (askanews) - "È un errore grossolano e illogico aver inserito le cave di marmo di Carrara nei 43 scenari di disastri planetari descritti nel film-reportage "Antropocene - L'epoca umana", dato che le cave sono presenti solo nell' 1% delle Alpi Apuane". Così Erich Lucchetti, presidente di Confindustria Massa Carrara commenta il documentario a tema ecologico, Antropocene, realizzato dai registi Jennifer Barchwall e Nicolas de Pencier insieme al fotografo Edward Burtynsky che sarà distribuito in Italia dalla Fondazione Stensen di Firenze.

"La presentazione di una distruzione paesaggistica è evidentemente un'esagerazione perché non fornisce i numeri reali e quindi può indurre il cittadino in un errore - spiega Lucchetti-. Perché, per andare più nel merito grazie alle cifre, si escava su soli 20 Kmq all'interno dell'area delle Alpi Apuane che si estende per 2000 Kmq, cioè l'1% . Dare informazioni non corrette alla fine non fa bene neppure all'obiettivo di chi, giustamente, vuole porre in primo piano il tema della tutela dell'ambiente, perché lo inquina con dosi di velenosa demagogia che ne svuotano il significato".

(segue)