Industriali marmo: non siamo noi il pericolo del Pianeta -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 28 ago. (askanews) - Nel documentario Antropocene si racconta che in passato ci volevano 20 giorni per estrarre un blocco per il quale oggi di giorni ne bastano uno: "Questo è possibile grazie a tecnologie più moderne - spiegano Lucchetti - che consentono di limitare la fatica umana e il rischio di infortuni, ma anche in questo caso i numeri non mentono: oggi si escava il 25-30 per cento in meno rispetto a 25-30 anni fa. Quel che non si spiega nel documentario è che si escava meglio e con più razionalità rispetto a quando si usava l'esploso per far saltare in aria la montagna e e l'80% del materiale andava perso".

Pr avere un altro parametro per comprendere le dimensioni del lavoro alle cave di Carrara, spiegano da Confindustria, bisogna sapere che in Italia ogni anno tra pietre, calcari, sabbie e argille, si escavano 90 milioni di tonnellate, i prodotti delle cave di Carrara rappresentano meno del 5% del totale. In Europa si parla di 2,6 miliardi di tonnellate di prodotti estratti e i metodi usati sono più o meno gli stessi, mentre i sistemi utilizzati a Carrara sono tra i più controllati e soggetti a discipline per sicurezza e la tutela ambientale.

(Segue)