Inflazione e caro energia: la Germania corre ai ripari, altri aiuti per 65 miliardi

no credit

AGI - Il governo tedesco ha sbloccato un piano di aiuti da oltre 65 miliardi di euro per far fronte a caro-energia e inflazione. Dopo settimane di trattative, i tre partiti della caolizione semaforo (Spd, Verd e Fld) hanno concordato il piano per allentare la pressione sulle famiglie: "Sono necessari aiuti tempestivi e proporzionati per cittadini e imprese a causa del peso in rapido aumento degli alti prezzi dell'energia", si legge nel documento che illustra il progetto di accordo.

Si tratta del terzo pacchetto di aiuti dopo i due precedenti da 30 miliardi. Tra le misure previste un assegno pagato a studenti e pensionati, e anche un aumento dell'indennità di alloggio.

L'inflazione è aumentata di nuovo in Germania ad agosto, al 7,9% in un anno, trainata dall'impennata dei prezzi dell'energia. A ottobre deve entrare in vigore una tassa sul gas per evitare il fallimento dei gruppi energetici tedeschi, ma questo comporterà un ulteriore aumento della bolletta energetica delle famiglie, di diverse centinaia di euro.

Il capo della banca centrale tedesca, la Bundesbank, considera probabile che l'inflazione raggiungerà il 10% entro la fine dell'anno, per la prima volta dagli anni '50.