Influencer si tuffano nel lago tossico per i like, si stanno ammalando

lago tossico

Cosa non si farebbe per un like in più su Instagram? È proprio il caso di chiederlo a quegli influencer che hanno deciso di mettere a repentaglio la propria salute per gettarsi nelle acque del Monte Neme, in Spagna, e postare la loro impresa su propri profili. Alla vista sembra infatti un oasi paradisiaca dalle acque cristalline, ma si tratta in realtà di un lago che sorge su una ex miniera di tungsteno, componente usato per produrre lampadine e acciaio. Il colore turchese dell’acqua è dato ai rifiuti riversati durante l’attività di estrazione e lavorazione della sostanza chimica.

Il tuffo nel lago tossico

La miniera operava in Galizia durante la Seconda Guerra mondiale ed è stata abbandonata negli anni Ottanta, ma nonostante le attività del sito siano state sospese le acque del lago sono ancora inquinate e ricche di pericolose sostanze. Proprio queste ultime possono dare vita a sintomi pericolosi per la salute dell’uomo. È stato appurato infatti che chi si è tuffato nel lago ha riscontrato poi irritazione alla pelle, prurito agli occhi, e vomito. Le conseguenza a cui si può andare incontro sembrano tuttavia non scoraggiare gli intenti degli influencer alla ricerca dello scatto perfetto. Alcuni bagnanti sostengono addirittura che gli avvertimenti siano frutto di allarmismi infondati.

Necessario informare la cittadinanza

Alcuni di coloro che si sono tuffati nel lago hanno affermato di averlo fatto perché non a conoscenza dei rischi, vista l’assenza di cartelli di pericolo. Proprio per questo Salvemos Cabana, gruppo ambientalista, ha chiesto alle amministrazioni di informare la cittadinanza sui rischi a cui si può andare incontro tuffandosi in acqua, aggiungendo poi che sarebbe opportuno limitare l’accesso all’area. Manuel Ferreiro, medico del pronto soccorso, raccomanda a chiunque abbia fatto il bagno nelle acque del Monte Neme, di lavarsi il prima possibile con acqua pulita.