Influenza, riparte campagna vaccini per i donatori di sangue -2-

Cro-Mpd

Roma, 11 ott. (askanews) - Se si confrontano i dati della stagione 2017-2018 e di quella 2018-2019, la prima in cui il vaccino veniva offerto gratuitamente, si vede un chiaro aumento della disponibilità di sangue nella bacheca Sistra, che regola le compensazioni interregionali. Nelle settimane precedenti e successive al picco 2017-2018 infatti le regioni hanno messo a disposizione meno di mille unità, con un minimo di 340 sacche disponibili la settimana dopo il picco. L'anno successivo invece la disponibilità non è mai scesa sotto le 5mila unità.

"E' decisamente un bene che l'iniziativa sia stata replicata - sottolinea Sergio Ballestracci, Coordinatore pro tempore del CIVIS - perché attraverso una dimostrazione di particolare attenzione verso la salute degli 1,8 milioni di donatori si riesce sia a sensibilizzarli al tema delle vaccinazioni che ad evitare le carenze che possono mettere a rischio interventi complessi, come i trapianti, ma anche le terapie salvavita per i pazienti che dipendono periodicamente dalle trasfusioni, tra i quali i talassemici".