Infortuni: Faraone, 'subito commissione inchiesta su sicurezza'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 mag. (Adnkronos) – "Vorrei che si parlasse delle morti bianche che tanto bianche non sono, sono nere, nere come la pece. Vorrei che si parlasse delle morti sul lavoro. Una al giorno da inizio anno. Ormai abbiamo superato oltre 120 vittime, che non sono numeri, sono volti, storie, voglie di riscatto, e soprattutto ricerca continua di una dignità che stenta ad essere il principio fondante di ogni società, la dignità di un lavoro, di un lavoro sicuro in ogni senso. Il diritto al futuro". Lo scrive in un post su Fb il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone.

"E invece no, guardo questa foto, e non riesco a togliere lo sguardo da quegli occhi e da quel sorriso, tutto il mondo davanti aveva ma Luana, 22 anni, è morta davanti ai colleghi di lavoro, due giorni dopo la Festa dei Lavoratori. Soltanto pochi giorni fa era morto un altro ragazzo, Mattia, 23 anni, la sua vita schiacciata da un ponteggio ceduto in un cantiere edile".

"Non è giusto. Non si può ancora morire così. Ecco una delle tante priorità che abbiamo. Ecco che tutti abbiamo il dovere di alzare la voce, e non solo il primo maggio: chiediamo che si costituisca immediatamente la commissione di inchiesta per la sicurezza sul lavoro. Lo dobbiamo alla memoria di questi due giovani e di tutte le vittime del lavoro".