Infortuni: Napoli, 'mortificante impotenza istituzioni pubbliche'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 18 dic. (Adnkronos) – "Torino si ritrova a piangere altri morti sul lavoro: tre famiglie, 41 solo nel 2021, si ritrovano senza un genitore o un figlio. A tutti loro va la mia vicinanza e la mia solidarietà. Ma la strage silenziosa non si ferma. E questo sentimento di impotenza delle istituzioni pubbliche è davvero mortificante per milioni di persone che ogni mattina escono di casa per recarsi al lavoro". Lo afferma Osvaldo Napoli, deputato di Coraggio Italia.

"Sono scarse le forze, si ripete dopo ogni tragedia, per effettuare controlli capillari. È una spiegazione che non spiega nulla. Si abbia il coraggio, se lo Stato e gli Enti locali non possono assumere personale, di riscrivere l’agenda delle priorità. Se gli ispettori del lavoro e la Polizia locale non hanno personale a sufficienza, si scelga chi, che cosa, come e dove controllare. D’accordo, la mattonella fuori posto nel laboratorio del pasticcere va ripristinata, ma se quella ispezione rimette a posto la mattonella, chi ha controllato la gru pericolante? Nessuno. Magari sono stati sanzionati il pasticcere o il barista, ma l’impresa che ha seminato tre morti chi l’ha controllata? È intollerabile -conclude Napoli- quello che è accaduto, ma sappiamo tutti che accadrà ancora, se non domani fra una settimana. Sono eventi come questi che alimentano il senso di frustrazione e di rabbia nelle persone".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli