Infortuni: Sistema Impresa, 'mog' per potenziare salute e sicurezza lavoro

webinfo@adnkronos.com

L’analisi di compilazione della modulistica, nell’ambito dei modelli di organizzazione e gestione (mog), per potenziare la salute e la sicurezza sul lavoro per un’agenzia di viaggi, è stata al centro della sessione tecnica che si è svolta in occasione del seminario nazionale ‘Promozione e applicazione dei modelli di organizzazione e gestione nelle pmi', organizzato da Sistema Impresa presso la sede dell’Inail, con la partecipazione del Fondo Formazienda. 

Integrando gli obiettivi e le politiche per la salute e sicurezza nella progettazione e gestione di sistemi di lavoro e di produzione di beni e servizi, un mog si propone di ridurre progressivamente incidenti, infortuni e malattie correlate al lavoro e i costi ad esso collegati, minimizzando i rischi cui possono essere esposti i lavoratori o i terzi come clienti e fornitori e visitatori, aumentare l’efficienza e le prestazioni dell’impresa/organizzazione; migliorare i livelli di salute e sicurezza sul lavoro e l’immagine interna ed esterna dell’impresa/organizzazione.  

Nel modello che è stato presentato, il mog è stato implementato in conformità alla normativa vigente e tenendo conto della natura e dell’entità dei rischi delle attività oltre che della specificità della struttura organizzativa.  

L’azienda, in questo caso l’agenzia di viaggi, assume un duplice impegno. Primo, garantire l’integrità fisica e morale dei propri collaboratori, condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale e ambienti di lavoro sani e sicuri secondo la normativa vigente, considerando la gestione della sicurezza e salute sul lavoro parte integrante della propria attività, anche attraverso il rispetto e l’applicazione della legislazione e degli accordi, in materia di salute e sicurezza sul lavoro e il mog. Secondo, garantire la diffusione della cultura della salute e sicurezza per tutte le figure e i lavoratori coinvolti. 

Ponendosi i seguenti obiettivi primari: prevenire gli infortuni e le malattie professionali; tendere al miglioramento continuo della gestione della salute e sicurezza; condividere la politica aziendale in tema di salute e sicurezza; promuovere i comportamenti sicuri da parte dei lavoratori. Per raggiungere gli obiettivi prefissati vengono pertanto messe in atto specifiche azioni, tra le quali, ad esempio, programmare la prevenzione, mirando a un complesso coerente che integri in sé la tecnica, l’organizzazione, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l’influenza dei fattori dell’ambiente di lavoro, effettuare ed aggiornare la valutazione del rischio con relativa idonea organizzazione dei luoghi di lavoro.  

E poi: diffondere la politica attraverso i metodi di comunicazione/informazione e la consultazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti, nonché promuovere comportamenti sicuri attraverso la rilevazione dei quasi incidenti e l’incentivazione della formulazione di proposte di miglioramento. L’azienda si impegna a verificare periodicamente e aggiornare la politica adottando nuovi obiettivi di miglioramento e a documentarne i risultati rendendoli disponibili alle parti interessate.