Infrastrutture, Uil Sicilia: opere collegamento necessarie

Red/Gca

Palermo, 16 giu. (askanews) - "Questa rischia di essere l'ultima occasione di recuperare il gap infrastrutturale fra la nostra regione e il resto dell'Italia. Il piano di rilancio del Paese prevede importanti stanziamenti che possono essere destinati a opere di collegamento. La comunit europea ha semplificato le regole di utilizzo, la Sicilia adesso, o riesce a dare un colpo di reni cominciando a recuperare il deficit, oppure rischia di essere definitivamente tagliata fuori". Cos Claudio Barone, segretario generale della Uil Sicilia, che proprio pochi giorni fa ha presentato uno studio sulle incompiute siciliane, prima e dopo l'emergenza sanitaria. E continua: "Abbiamo appreso della notizia di un tavolo di concertazione tra governo regionale e nazionale. Riteniamo che adesso bisogna rimboccarsi le maniche e partire subito. Serve riaprire i cantieri e rilanciare il settore dell'edilizia che oggi conta centomila edili disoccupati ma soprattutto realizzare i collegamenti necessari. Pensare di rilanciare il settore del Turismo e dell'Agricoltura senza potenziare le opere di collegamento pura utopia. La Regione deve confrontarsi con governo nazionale senza tentennamenti".