Infuenza: quest'anno meno casi, ma più aggressivi


L'allarme lo lanciano gli esperti: quest'anno, ci saranno meno casi di influenza in Italia (ma anche all'estero), ma saranno talmente tanto aggressivi da risultare persino letali.



Il virologo dell'Università degli Studi di Milano Fabrizio Pregliasco, in particolare, ha spiegato: "Quella scorsa è stata tra le due peggiori degli ultimi anni per numero di casi, pur essendo partita un po’ in sordina. Quest'anno le prime previsioni che si possono fare, soprattutto sulla base dell'andamento dell'epidemia nell'emisfero australe, sono per una stagione con meno casi ma più aggressivi, data la presenza dei virus A che di solito danno più complicazioni".



Un bambino è già morto proprio a causa di questo virus. Il suo decesso, ha sottolineato Pregliasco, "ci ricorda che la malattia può uccidere, soprattutto i soggetti più fragili". Il virologo ha infine ricordato che "ogni anno registriamo nel nostro paese 8-10mila morti collegati al virus. I più a rischio sono i soggetti anziani, o chi ha una malattia preesistente, ma le complicazioni possono riguardare tutti".